Spara con un fucile ad aria compressa per scacciare i piccioni dalla grondaia

E così ha passato la serata con i poliziotti e ne è uscito con una denuncia

E\' primavera anche per i piccioni!!!

Infastidito dai piccioni ha ben pensato di sparare con un’arma ad aria compressa e così invece che con i piccioni ha dovuto fare i conti con i poliziotti.

Si è conclusa con una denuncia per “getto di cose pericolose”, la vicenda avvenuta a Gallarate.

I fatti si riferiscono alla sera dello scorso 28 novembre: sono quasi le sette quando la routine di tre cittadini gallaratesi è stata interrotta da una sequenza di spari, molto simili alle raffiche di una mitragliatrice.  È stata una donna, tra i tre, a notare immediatamente un uomo che si ritraeva da una finestra di uno stabile vicino, con in mano un fucile (vero o ad aria compressa, non era immediato capirlo).

Informati gli agenti del Commissariato di Gallarate, una breve indagine ha portato ad identificare il protagonista della vicenda. L’uomo, italiano di mezza età, è stato da subito collaborativo: ha ammesso le sue responsabilità e ha spiegato il suo gesto con l’esasperazione a cui era giunto a causa dei piccioni che, dalla grondaia, imbrattavano di escrementi il marciapiede.

Il fucile ad aria compressa, consegnato immediatamente agli Agenti, è ora sotto sequestro mentre l’autore di questa singolare performance è stato denunciato appunto per getto di cose pericolose.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore