Vigili del fuoco: “Per la caserma di Luino si muovano anche gli altri sindaci”

Il sindacato chiede un’azione corale degli amministratori, per arrivare a un risultato concreto

caserma vigili del fuoco luino

Riceviamo e pubblichiamo la nota della segreteria Fns Cisl sulla vicenda del distaccamento di Luino, la cui caserma è a rischio allagamento in caso di piene del fiume Tresa, come accaduto anche di recente

Apprendiamo con piacere dagli organi di stampa di una amministrazione tutta unita a Luino in cerca di soluzioni per il progetto della nuova caserma dei vigili del fuoco della cittadina lacustre. Ribadiamo la nostra equidistanza dalla politica ma abbiamo registrato un unanime interesse, così come è stato per tutti i passaggi istituzionali attraverso i quali questo progetto è passato, almeno negli ultimi 20 anni. Da quando l’amministrazione comunale di Luino ha cominciato a pensare ad un nuovo polo, fino alla convenzione stipulata con il ministero, passaggi istituzionali voluti dalla maggioranza con il sostegno di tutte le minoranze, ringraziamo anche l’Onorevole Stefano Candiani che durante alcune fasi era sottosegretario con delega ai vigili del fuoco.

Crediamo, da cittadini ancor prima e da operatori del soccorso, che questa unità sia e debba continuare ad essere di stimolo continuo per risolvere i problemi della “cosa pubblica”. A tal proposito, chiediamo al Comune di Luino, al Sig. Sindaco Andrea Pellicini, al quale va il grazie dei vigili del fuoco di Luino per quanto fatto anche a livello manutentivo in questi anni presso la caserma locale, di voler essere patrocinatore di un incontro con tutti i sindaci del territorio, visto che la sede di Luino interviene su ben 29 comuni dell’alta provincia di Varese, copre 226,47 Kmq di territorio per 57.843 abitanti. Sarebbe auspicabile un memorandum comune con gli altri sindaci, al fine di produrre una sola richiesta corale, senza nessuno spunto polemico, nei confronti del Governo italiano e del ministero dell’interno. Crediamo che questa possa essere una buona spinta per sanare una situazione precaria che permane ormai da decenni.

Per la Segreteria della FNS CISL
Il Delegato
Alessandro Cortellini

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore