Aule fredde: l’impegno della Provincia per migliorare la situazione

In tre anni, Villa Recalcati aprirà 31 i cantieri per migliorare gli edifici. Le situazioni più problematiche al Frattini e al Falcone

gallarate generico

Caldaie a singhiozzo. Proteste e scioperi bianchi. Il problema delle temperature in classe non è nuovo. Puntuale, come l’inverno, si ripresenta in qualche edificio scolastico, primario o secondario.

Di solito, il periodo più difficile è a gennaio, alla ripresa delle attività dopo le vacanze natalizie, quando il clima è freddo con temperature che si abbassano sino allo 0.

La rivolta dei ragazzi del Newton ripropone il tema dell’efficienza energetica del patrimonio scolastico a Varese: « Abbiamo predisposto un piano di intervento corposo – spiega il consigliere con delega all’edilizia scolastica di Villa Recalcati Corrado Canziani – 31 cantieri aperti con 11 già avviati mentre gli altri si attiveranno entro due anni. Una spesa di 21 milioni di euro per rimettere mano al sistema antincendio e per migliorare la resa energetica».

Tra le opere più cospicue quella prevista al liceo Frattini di Varese dove si effettueranno 31 interventi diversi per una spesa complessiva di 2,1 milioni di euro.

Tra le criticità urgenti, invece, l’istituto Falcone: « Per sistemare questa scuola dobbiamo prevedere un piano corposo di miglioramenti – spiega Canziani – ne abbiamo discusso proprio ieri con il dirigente alla luce degli ennesimi disservizi».

Nel bilancio di previsione, che la giunta Antonelli vuole approvare entro la fine di febbraio, diverse voci della spesa annua di 2,3 milioni di euro dati dallo Stato alle province annualmente fino al 2033, saranno destinate alle scuole per interventi di manutenzione straordinaria mentre gli uffici di Villa Recalcati hanno presentato al Miur tredici progetti del valore medio di 70.000 euro per lavori di adeguamento alla normativa antincendio.

« Per tutto il periodo natalizio – assicura il consigliere delegato – i tecnici incaricati hanno monitorato l’efficienza degli impianti nelle scuole confrontandosi costantemente con i dirigenti. Ogni segnalazione viene sistemata. È un’attività continua».

di
Pubblicato il 09 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore