Caielli (Insieme per Sesto) sull’aumento delle tasse: “Toppa peggio del buco”

Il consigliere di minoranza attacca la giunta e il capogruppo Colombo sull'aumento delle tasse: "Prima dicevano che era colpa dello Stato ora parlano di nuove opere. Ma quali?"

facciata comune sesto calende

Riceviamo e pubblichiamo la dichiarazione di Roberto Caielli – consigliere comunale di Insieme per Sesto – sulla questione bilancio del Comune di Sesto Calende.

Bilancio di previsione: novità per Imu e Irpef e tassa di soggiorno

Nei giorni scorsi, di fronte all’annuncio del Sindaco Buzzi di un aumento dei tributi locali (IMU, IRPEF e nuova Tassa di Soggiorno) il gruppo Insieme per Sesto aveva contestato il modo poco trasparente in cui era stata data la notizia e aveva rilevato, dati alla mano, che la spiegazione (minori trasferimenti dallo Stato) non corrispondeva alla realtà dei dati.

Ora interviene con una nota il capogruppo della Lega Marco Colombo che prova a correre ai ripari, ma, come dicono i veneti, xe peso el tacon del buso, è peggio la pezza dello sbrego. Infatti Colombo cambia giustificazione e porta come ragione degli aumenti la promessa di un presunto ma inesistente New Deal sestese.

Infatti quale sia il contenuto del Nuovo Corso il collega Colombo non ce lo spiega. Forse nuove opere non previste? Non nel bilancio 2020 (e la palestra prevista nel 2021 sarà finanziata con un mutuo (dunque a debito).

Forse nuovi servizi? Colombo non ne indica nemmeno uno.

La realtà è che non è credibile che solo oggi, pochi mesi dopo il voto, chi ha amministrato Sesto per 10 anni scopre di aver bisogno di aumentare le tasse. Lo sapevano anche prima, ma non hanno voluto metterci la faccia cioè spiegare prima del voto che (dopo il voto), avrebbero aumentato le tasse.

Promettere una svolta a 360° (che poi in realtà sarebbe una giravolta :-) è il classico modo retorico per evitare di parlare di contenuto concreti.Se la maggioranza vuole essere credibile ci spieghi in commissione e in consiglio

1. quanto pagherà di più ogni famiglia sestese

2. quali opere o servizi nuovi verranno realizzati con questi aumenti.

La nostra analisi è che le nuove tasse servono solo a mantenere l’esistente in modo, si spera, un po’ più decente di oggi. Basta vedere lo stato di degrado del Centro Sportivo dove il primo intervento, dopo 10 anni di abbandono, è solo di questi giorni.

Per il resto ha ragione Balzarini Leonardo, consigliere comunale di Insieme per Sesto fino a pochi mesi fa, che osserva come tutte le risorse disponibili sono state messe sul progetto Marna che costerà (per ora) oltre 7 milioni: ‘solo’ 3 milioni in più dei 4 milioni ipotizzati 5 anni fa. Un mega progetto improvvisato senza fare conti di cosa sarebbe costato realizzarlo e di cosa costerà mantenerlo e farlo funzionare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore