Il cane salvato dai boschi sta bene e potrà essere adottato al canile di Legnano

Il cane maltrattato e salvato da morte certa nei boschi fra Rescaldina e Marnate è guarito ed è stato trasferito al canile di Legnano, da dove potrà essere adottato

cane christmas

Alla fine il lieto fine è arrivato: il cane salvato da morte certa nei boschi fra Rescaldina e Marnate sta bene e presto potrà essere adottato.
A comunicare la notizia, attesa dalle tantissime persone che, nell’ultimo mese, hanno seguito con emozione l’evolversi delle cure prestate all’animale, proprio Alessia Giudici, la 45enne di Rescaldina che aveva salvato il cagnolino.

Nella settimana che precedeva il Natale, il fratello di Alessia, Gastone, durante una passeggiata nei boschi con i suoi cani, lo aveva trovato in pessime condizioni, senza forze e rassegnato al suo destino: si stava infatti lasciando morire. La prontezza di spirito di Gastone aveva permesso di salvargli vita: dopo aver contattato Alessia, i due fratelli avevano chiamato i soccorsi.

Gli esperti avevano verificato il cane fosse stato maltrattato, ma con il tempo e l’affetto sentito, gli è tornata la voglia di vivere e si è rimesso in forze, tanto da essere trasferito nei giorni scorsi al canile di Legnano.

«Il nostro cagnolone sta bene, sabato potrò finalmente vederlo – racconta con tutto il suo entusiasmo Alessia – grazie alle cure ricevute, vede, sente e non ha danni neurologici: Chris potrà quindi essere adottato».
 Era stato ribattezzato Christmas, ma in queste settimane gli operatori lo chiamavano con un diminutivo, Chris, e il cane sembra proprio essersi abituato a questo nome.

Nel fine settimana, il canile di Legnano sarà quindi aperto alle visite di chi da lontano ha fatto il tifo per lui, affinché si riprendesse, e soprattutto di chi sta pensando di regalare una seconda vita ricca di amore ad un animale con alle spalle un passato difficile.

«A breve pubblicheranno le sue foto e sarà quindi ufficialmente adottabile. Speriamo non debba restare a lungo in canile e che presto ci sia una casa pronta ad accoglierlo” prega Alessia.

Al fianco della famiglia che adotterà Chris, ci sarà anche la scuola cinofila Wild Dreams, che si è messa a disposizione per offrire una consulenza educativa / gestionale di inserimento, a titolo totalmente gratuito.

Un regalo importante, tenendo conto del trauma che il maltrattamento subito potrebbe aver generato in Chris: un esempio di come questa favola di Natale, oggi a lieto fine, abbia davvero conquistato tutti.

di
Pubblicato il 16 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore