Ciclo di incontri su legalità, corruzione e mafia all’Insubria

Ha preso il via il 29 gennaio e terminerà il 6 marzo la serie di approfondimenti per gli studenti delle superiori, all'interno del progetto "Giovani pensatori"

università insubria

Educare gli studenti a contrastare e prevenire l’illegalità, la corruzione e la mentalità mafiosa: è l’obiettivo del nuovo corso formativo in cittadinanza e Costituzione promosso dall’Università dell’Insubria e rivolto alle scuole superiori.

Organizza il Centro internazionale insubrico diretto da Fabio Minazzi nell’ambito del progetto Giovani pensatori, in collaborazione con l’Osservatorio sulla criminalità organizzata (Cross) dell’Università degli studi di Milano guidato da Nando dalla Chiesa.

Sono cinque incontri raccolti sotto il titolo «La legalità tra storia, pensiero e dimensione giuridica» e in programma dal 29 gennaio al 6 marzo nell’aula magna del Collegio Cattaneo, in via Dunant 7 a Varese, sempre dalle 9 alle 12.45 con la possibilità di assistere per il pubblico interessato.

Spiega Stefania Barile del Centro insubrico: «Affrontata attraverso esperienze di ricerca e di cittadinanza attiva, locali e globali, l’educazione alla legalità assume un volto e un ruolo e diviene azione concreta, vera, fattiva, sempre orientata alla cura del bene comune e del nostro patrimonio culturale».

Il tema di mercoledì 29 gennaio è stato «Legalità e territorio: esperienze di ricerca e di cittadinanza attiva»: Federica Cabras e Arianna Zottarel dell’Università degli studi di Milano parlano di mafie e di esperienze educative nelle carceri minorili.

Il 12 febbraio «Pratiche di legalità: educazione di genere ed esperienze di partecipazione» con Ombretta Ingrascì e Ilaria Meli, entrambe di Cross.

Il 26 febbraio «Educazione alla legalità e forme di resistenza civile: esperienze locali e globali» con Thomas Aureliani dell’Università di Milano e Giuseppe Muti, che insegna Geografie, territori e spazi umani nel corso di Storia e storie del mondo contemporaneo dell’Insubria.

L’11 marzo «Arte e Legalità: per un’educazione civica al patrimonio culturale» con l’esperta Tiziana Zanetti e Leonardo Salvemini dell’Università di Milano.

In chiusura il 26 marzo «Violenza sulle donne e reati sui minori» con Maria Grazia Bernini, presidente della Prima Corte d’Appello del Tribunale di Milano, e Barbara Bellerio, magistrato di Corte d’Appello.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore