“Facciamo rissa?”, baby gang rompe il braccio ad un 12enne sull’autobus

Il fatto sarebbe avvenuto martedì a bordo di un autobus della linea H di Autolinee Varesine. Un gruppetto di 7-8 ragazzi ha aggredito un 12enne che stava tornando a casa col fratello

autobus linea h autolinee varesine

Erano usciti di casa per portare a passeggio il cane, due fratelli di 12 e 13 anni vengono avvicinati da un gruppetto di ragazzi all’incirca della loro età e il più piccolo viene preso a pugni e calci senza motivo.

La vicenda è stata ricostruita in una denuncia presentata questa mattina (mercoledì) negli uffici del posto di polizia di stato presso l’ospedale di Circolo di Varese.

Il fatto è avvenuto attorno alle 17 di ieri, martedì, a bordo di un autobus della linea H delle Autolinee Varesine, in zona San Fermo. I due ragazzi avevano raggiunto il capolinea a piedi, insieme al loro cane, e quando hanno deciso di tornare indietro hanno deciso di usare il mezzo pubblico a bordo del quale c’era la banda di ragazzini composta da 7-8 elementi.

Non appena l’autobus è ripartito il gruppetto si è avvicinato ai due ragazzini e lo ha praticamente circondato. Uno di loro avrebbe espresso chiaramente ai due la volontà di fare una rissa. I due non avrebbero nemmeno avuto il tempo di allontanarli che uno di loro ha afferrato il 12enne al collo, prendendolo alle spalle, e lo avrebbe scaraventato a terra, qualcun’altro invece lo avrebbe preso a calci sul braccio (provocandogli la rottura del radio) e in faccia (frattura composta del setto nasale). Da quanto dichiarato dalla sorella della vittima, l’autista non si sarebbe accorto di nulla.

A quel punto l’aggressione è terminata e i due fratelli sono scesi dal mezzo alla prima fermata disponibile. Una volta avvisati i parenti, la vittima dell’aggressione è stata portata in Pronto Soccorso dove gli sono state riscontrate lesioni con una prognosi di 20 giorni. 

Della vicenda è stata informata anche l’azienda di trasporti Autolinee varesine che ha sta collaborando con la polizia locale per fornire tuti gli elementi utili all’accertamento dei fatti.

Sul fatto indaga la squadra mobile di Varese.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 29 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore