Incendio ad Accam, Arpa rassicura: “Nessun impatto significativo sull’aria”

Le centraline di Arpa nella zona non hanno registrato valori anomali: "Inquinanti largamente inferiori ai valori limite posti dalla normativa"

arpa tecnici monitoraggio

Nessuna alterazione significativa dei valori comunemente registrati in questi giorni nelle due stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria presenti nei pressi del Termovalorizzatore Accam.

È questo quanto emerge dalle verifiche effettuate da Arpa Lombardia a seguito dell’incendio divampato poco prima delle 2 del mattino di oggi, 14 gennaio, all’interno dell’impianto di via per Arconate a Busto Arsizio.

Il rogo, che ha interessato solo una parte di impianti industriali, è stato domato in breve tempo dai Vigili del Fuoco.

“Dai dati rilevati ieri e oggi fino alle ore 8 -si legge in una nota dell’agenzia- nelle centraline di Busto Arsizio e Arconate, poste a nord e a sud del termovalorizzatore, sia i livelli degli inquinanti tipicamente riconducibili ai prodotti di combustione (ossidi di azoto e monossido di carbonio) sia quelli di biossido di zolfo sono risultati, anche nella fascia oraria interessata dall’incendio, largamente inferiori ai valori limite posti dalla normativa“.

Accam rimane spento “ma non vedrete spazzatura in strada”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore