Incontro coi cittadini, Golesecca verso l’adozione del nuovo Piano di Governo del Territorio

Nella sala polivalente Comunale del GAM si è tenuto l’incontro con la cittadinanza e gli addetti ai lavori, per la presentazione degli indirizzi per la formazione del nuovo Piano

golasecca

Nella serata di giovedì 23 gennaio, alle 20.30, nella sala polivalente Comunale del GAM (Golasecca Archeologia Multimediale), si è tenuto l’incontro con la cittadinanza e gli addetti ai lavori, per la presentazione degli indirizzi per la formazione del nuovo Piano di Governo del Territorio (PGT).

L’introduzione con i saluti istituzionali è stata fatta dal Sindaco Claudio Ventimiglia che ha passato poi la parola, per la presentazione, all’architetto dottoressa Alessandra Maria Pandolfi, con il supporto della dottoressa Paola Campi.

Pandolfi ha illustrato le scelte politiche dell’Amministrazione comunale, confrontandole con i dettami legislativi, in materia, della Regione Lombardia che hanno portato a concepire questa variante con considerazione particolare al consumo del suolo, prevedendone la riduzione per uno sviluppo sostenibile del territorio e per assicurare un grado elevato di protezione dell’ambiente. Ridimensionamento degli ambiti, mantenendo la quasi totalità del PGT vigente, ma consentendone l’edificazione in aree dedicate con conservazione delle aree boscate.

Una scelta, questa, spiegata con l’intento di voler garantire la sostenibilità dei processi di sviluppo locale, con incremento della qualità urbana, soprattutto nel centro storico e implementazione delle strategie di rigenerazione, con recupero e riqualificazione delle aree degradate o dismesse.

Sempre tra gli indirizzi del pgt è stata prevista la possibilità di inserimento di piccoli esercizi di vicinato nel centro storico per rivitalizzarlo e ritrovare la vita sociale di un tempo. Inoltre, sono arrivate proposte per il miglioramento della viabilità, soprattutto quella del NAF (Nucleo di Antica Formazione) e della via Battisti, con previsione di nuovi tracciati per favorire una percorrenza più agevole e collegamento della rete di mobilità lenta comunale ai percorsi individuati dagli enti sovraordinati.

«Si adotteranno misure atte a semplificare le normative di attuazione del Piano, senza stravolgere l’impianto attuale – spiega il sindaco -. Le azioni del Piano sono compatibili con le previsioni degli enti sovracomunali, abbiamo provveduto a rivedere il perimetro IC in base alle nuove necessità urbane emerse dalla sovrapposizione con il catastale e dai suggerimenti della popolazione».

Al termine della presentazione si è sviluppato il dibattito con le persone presenti, sia professionisti, sia cittadini.

Il prossimo 24 febbraio si terrà la seconda conferenza VAS per arrivare all’adozione della Variante nel mese di marzo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore