Irregolarità e avventori con precedenti di polizia: bar chiuso per 20 giorni

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Viggiù hanno proceduto all’esecuzione del decreto di chiusura ematata a carico di un bar del centro storico del paese

Generico 2018

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Viggiù hanno proceduto all’esecuzione del decreto di chiusura ex articolo 100 del Tulps – il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza  – emesso dalla Questura di Varese nei confronti di un esercizio pubblico per la somministrazione di alimenti e bevande ubicato nel centro  di Viggiù.

L’art. 100 del Tulps dispone che la misura di pubblica sicurezza della sospensione della licenza può intervenire in caso di “tumulti o gravi disordini”, oppure “qualora il locale sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose” o, comunque, se il comportamento costituisca “un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini”.

Il provvedimento di chiusura scaturisce da numerosi accertamenti dei Carabinieri della locale Stazione che hanno riscontrato la presenza di avventori con precedenti di polizia, oltre che violazioni di carattere amministrativo a carico dello stesso esercizio.

Pertanto l’esercizio pubblico rimarrà chiuso per 20 giorni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore