Lonate e Ferno cercano tre agenti ed un collaboratore amministrativo

Quattro posti vacanti, tre in polizia e uno come collaboratore amministrativo. Ecco tutte le informazioni

polizia locale generica

Quattro nuove assunzioni a tempo indeterminato per i comuni di Ferno e Lonate Pozzolo. Si cercano, infatti, tre nuovi agenti della polizia locale (categoria C1) a tempo pieno ed indeterminato; l’ultimo posto, invece, è invece per un collaboratore amministrativo (a tempo parziale ed indeterminato).

Tutti i candidati devono avere l’idoneità fisica all’impiego, l’età minima di diciotto anni – e non superiore a quella prevista per il collocamento a riposo -, la cittadinanza italiana di uno dei paesi membri dell’Unione Europea, godimento dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza; un’adeguata conoscenza della lingua inglese e italiana (per i cittadini stranieri), non essere stati esclusi dall’elettorato attivo, non essere stati destituiti, dispensati, licenziati o decaduti dall’impiego presso una pubblica Amministrazione e, infine, la conoscenza di programmi word, excel, della posta elettronica e dell’uso di internet.

Per chi volesse fare richiesta per la collaborazione amministrativa, inoltre, i requisiti sono il diploma di scuola superiore e la patente di tipo B. Invece, per gli aspiranti agenti, oltre al diploma e alla patente, non avere esercitato il diritto di obiezione di coscienza, prestando servizio civile in sostituzione di quello militare; non trovarsi in alcuna condizione di incompatibilità con l’uso delle armi; essere in possesso dei requisiti per la nomina e l’esercizio delle funzioni di agente di Pubblica Sicurezza;

Chi fosse interessato ha tempo fino al 6 febbraio per partecipare al bando d’iscrizione con una delle seguenti modalità: al Protocollo dell’Unione, (Via Trento n.31, Ferno); a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento;  tramite Pec all’indirizzo unione@lonatepozzolo-ferno.legalmailpa.it, da un indirizzo di posta elettronica certificata intestato al candidato. Alle domande sarà necessario allegare come documentazione: una copia fotostatica (fronte/retro) di un documento di identità in corso di validità, curriculum formativo-professionale, e la ricevuta del pagamento della tassa di concorso (€ 10,33).

Qualora il numero di domande di ammissione pervenute fosse superiore a trenta richiedenti, i canditati saranno sottoposti a una prova preselettiva, che prevederà tre prove d’esame: due scritti e l’orale finale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore