Rinnovati i vertici dell’associazione invalidi da lavoro: “Infortuni in calo ma ancora preoccupanti”

Rieletto presidente dell'ANMIL Antonio Di Bella di Bisuschio e il suo vice Marco Romano. Lo scorso anno per la provincia di Varese invece si sono registrati 8.896 infortuni di cui 13 mortali

edilizia economia

È stato rieletto nella prima riunione del nuovo Consiglio territoriale ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) in qualità di Presidente Antonio Di Bella di Bisuschio e Marco Romano di Luino quale Vice Presidente.

Ad affiancarli nella promozione delle attività associative saranno inoltre i Consiglieri Annoni Massimo di Varese, Figini Roberta di Cassano Valcuvia, Kasa Ylli di Busto Arsizio, Morini Paolo di Gallarate, Pavia Paolo di Cunardo, Pedroni Silvano di Arsago Seprio e Valota Dante di Busto Arsizio.

Il rinnovo delle cariche dell’ANMIL è previsto ogni 5 anni in base allo Statuto e vedrà coinvolti oltre 300 delegati da tutta Italia nel IX Congresso nazionale che si terrà a Roma alla fine di marzo, cui parteciperanno per la Sede di Varese: Antonio Di Bella, Marco Romano, Silvano Pedroni e Dante Valota.

“Quanto è stato fatto in questi anni dall’Associazione, verrà portato avanti dal nuovo Consiglio territoriale con rinnovato impegno sia in favore di circa 4.000 associati e delle loro famiglie sia a tutela dell’intera categoria che di tutti i cittadini, cui l’ANMIL è pronta ad offrire supporto attraverso i propri esperti – dichiara il Presidente Di Bella – mentre porteremo avanti un costante dialogo con le Istituzioni e le Parti Sociali per migliorare le politiche di prevenzione degli infortuni.

In Lombardia, stando ai dati INAIL dei primi 11 mesi del 2019 rispetto a quelli del 2018 la situazione rimane preoccupante. Infatti, sebbene si sia verificata rispetto allo stesso periodo del 2018 una lieve diminuzione degli infortuni totali denunciati, tuttavia la situazione rimane allarmante in quanto parliamo di ben 110.152 infortuni e 154 con esiti mortali. Per la provincia di Varese invece si registrano 8.896 infortuni di cui 13 mortali.

“Il nostro auspicio – conclude il Presidente territoriale ANMIL -, è di poter partecipare attivamente alle azioni di contrasto di questa piaga sociale offrendo il nostro prezioso supporto alle Istituzioni locali cui abbiamo chiesto un incontro a breve, alle aziende del territorio e al mondo della scuola per contribuire a sensibilizzare con le nostre testimonianze i futuri lavoratori di domani”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore