Quantcast

Il fascino nordico dell’architettura che rispetta il paesaggio

Salone Estense pieno per l'incontro, organizzato dall'ordine degli architetti, con la professionista danese che sta incantando tutto il mondo con il suo "The Whale"

Thinking Varese: Dorte Mandrup al salone Estense - foto Stefano Anzini

Il salone Estense era colmo di persone per assistere all’incontro con Dorte Mandrup, l’architetto danese che, nella città giardino, è venuta a raccontare, nell’ambito della rassegna Thinking Varese, organizzata dall’ordine degli architetti locale, «Non quello che faccio tutti i giorni, ma una parte del lavoro del mio studio: quella legata al paesaggio, e al rispetto di territori che sono eredità Unesco».

Galleria fotografica

Thinking Varese: Dorte Mandrup al salone Estense - foto Stefano Anzini 4 di 16

Un argomento d’attualità anche per i varesini, che di territori Unesco sono circondati, ma ancor più delicato per lei, che sta lavorando al progetto di un centro fatto per osservare le balene da vicino: «The Whale e’ un edificio espositivo che stiamo realizzando, centrato sul tema delle balene – spiega – Un posto a 300 chilometri dal circolo polare artico, vicino ad una costa profonda, dove le balene si avvicinano più facilmente e si possono vedere bene».

La sfida è rispettare la natura, anche con un edificio realizzato dall’uomo: «Ci sono tanti posti nel mondo che hanno questo potenziale: si puo’ intervenire mescolando natura e cultura in un modo quasi magico – spiega ancora – Come architetti quando ci troviamo in queste situazioni dobbiamo cercare di intervenire in modo che il nostro lavoro sembri naturale, come se fosse sempre stato li».

Prima dell’incontro, Dorte Mandrup ha visitato il nuovo museo della fondazione Morandini., incontrando anche l’artista: ed è stato lì che l’abbiamo intervistata.

CHI E’ DORTE MANDRUP

Dorte Mandrup, architetto e fondatrice di Dorte Mandrup Architects, ha 25 anni di esperienza professionale alle spalle, durante i quali ha progettato edifici iconici riconosciuti a livello internazionale: non solo il grattacielo (uno tra i più alti d’Europa) nel piccolo paesino di Brande, l‘Icefiord Center il cui committente e amico era stato colpito dal lutto che l’ha costretta a rimandare il confronto con gli architetti varesini o il minimalista Wadden Sea Centre, piccolo centro didattico sull’ambiente trasformato dall’architetto  in un museo dell’artigianato dell’area del di Ribe, in Danimarca,  sul sito Unesco del Mare di Wadden.

Ma anche una struttura che engli ultimi giorni è salito alla ribalta della stampa mondiale: The Whale, il nuovo centro per l’osservazione e la conoscenza di capodogli, balene e dei grandi mammiferi marini che sorgerà sulla costa del Mare di Norvegia e che l’architetto, vincitrice con il suo studio del concorso di progettazione, realizzerà entro il 2022 con una struttura a forma di balena.

Dorte Mandrup è rinomata per il suo talento progettuale e la sua esperienza nella risoluzione di problemi complessi, offrendo soluzioni innovative e poetiche. Lavora “hands on” e in stretta interazione con tutti i team di progetto e ha la responsabilità della progettazione per il layout di ogni progetto nel suo Studio. E’ stata invitata ad esporre alla Biennale di Architettura di Venezia nel 2018.

Tra gli altri incarichi professionali, Dorte Mandrup ha ricoperto la carica di Presidente della giuria del premio Mies van der Rohe, vicepresidente al Louisiana Museum of Modern Art e, dal 2011, membro del Danish Historic Buildings Council nominato dal Ministero della Cultura danese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 gennaio 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Thinking Varese: Dorte Mandrup al salone Estense - foto Stefano Anzini 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore