Telecamere negli asili nido, i sindacati dicono no ma il Comune va avanti lo stesso

Polemica tra amministrazione e rappresentanze delle educatrici: "Prima ci chiedono se siamo d'accordo e poi fanno di testa loro. Si rivolgano alla magistratura"

telecamere

Telecamere negli asili nido? I sindacati dicono no ma l’amministrazione va avanti lo stesso. A margine dell’incontro con la stampa di questa mattina sul blocco delle progressioni orizzontali per una trentina di lavoratori di Palazzo Gilardoni, si è parlato anche della questione telecamere, iniziativa fortemente voluta dalla Lega in consiglio comunale. Un’iniziativa, nata sull’onda di recenti casi di maltrattamenti sui bambini avvenuti in varie zone d’Italia, che i sindacalisti non esitano a definire da “clima da caccia alle streghe” mentre i problemi del settore sarebbero ben altri.

«C’è anche questione asili nido – spiegano i sindacati -. Non esiste un regolamento per il loro funzionamento e questo lascia un sacco di problemi irrisolti sul tappeto, a partire dalla questione degli orari di lavoro e dell’apertura degli asili in estate, passando per la questione delle indennità non dovute (e che ora rischiano di dover restituire) fino alle telecamere che l’amministrazione vorrebbe installare in due asili».

I sindacati si sono detti contrari alle telecamere chiedendo, invece, più attenzione alle condizioni di lavoro delle dipendenti ma sindaco e giunta intendono andare avanti per la loro strada: «Un mese fa a questo tavolo di trattativa il comune ci ha chiesto se eravamo favorevoli a mettere le telecamere negli asili e noi abbiamo detto no. Se avete dubbi sulle educatrici chiamate la magistratura e fate mettere le telecamere. Perchè ce lo chiedono se poi le mettono lo stesso?» – si chiedono i sindacati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore