Vediamoci chiaro: il Comune di Lonate e i Lions per la prevenzione dell'”occhio pigro”

Lonate aveva aderito già lo scorso anno al programma di prevenzione: un impegno rinnovato

ambliopia : occhio pigro

«L’assessorato alle Politiche Sociali, considerato il riscontro positivo del Progetto “Sights for kid” promosso lo scorso anno dall’Associazione Lions Club International, da sempre impegnata nella prevenzione e cura della cecità e delle malattie oculari in collaborazione con il Club “Lonate Pozzolo Brughiera”, intende riproporre tale iniziativa anche per l’anno scolastico in corso».

L’annuncio arriva da Lonate Pozzolo, dove appunto il Comune aveva già aderito lo scorso anno al programma di prevenzione.

«​Si intende mettere nuovamente a disposizione le potenzialità organizzative e contributive del Club, per effettuare gratuitamente uno screening sui bambini/e che frequentano le Scuole dell’Infanzia e l’Asilo nido comunale per la diagnosi precoce dell’ambliopia. La prevenzione è un tema molto importante che è oggetto di discussione che interessa tutti noi ed al quale è fondamentale dedicare particolare attenzione».

​L’ambliopia è un disturbo che consiste in una marcata riduzione dell’acuità visiva di un occhio (il così detto “occhio pigro”), in assenza di lesioni organiche osservabili oppure quando queste ultime risultino presenti, ma non siano tali da poter giustificare tale fenomeno. Si verifica in circa il 4-5% dei bambini nei primi anni di vita, durante la fase di sviluppo delle strutture deputate alla visione e solitamente risulta reversibile se si interviene nei primi 5-6 anni di età.

​Se la diagnosi ed il trattamento riabilitativo avvengono precocemente (entro i 4 anni), ci sono ottime possibilità di ottenere un recupero visivo soddisfacente, cosa che non accade quando la diagnosi avviene tardivamente (oltre il 5-6 anno di vita).

L’esame specifico che rileva questo disturbo ha durata di circa tre minuti e non è per nulla invasivo e in genere viene ben accolto dai bambini.

«L’Assessorato confida che anche quest’anno l’iniziativa trovi gradimento diffuso e che la quota dei bambini esaminati si avvicini il più possibile alla totalità perchè la prevenzione è fondamentale per il benessere del cittadino. A breve i genitori dei bambini in età prescolare verranno contattati tramite le scuole per l’infanzia e dal Nido per essere opportunamente informati sullo screening e potranno aderirvi gratuitamente».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore