“Vi racconto il mio giro del mondo in 117 giorni”

A bordo della MSC Magnifica che è salpata ieri da Genova per fare il giro del mondo c'è anche il bustocco Giuseppe Corso: "Sono due anni che aspettavo questo momento"

giuseppe corso

È stato un tramonto infuocato quello che ha salutato ieri sera la partenza della MSC Magnifica, una delle tante imbarcazioni che ogni giorno levano l’ancora dal porto di Genova. Ma questa grande nave ha una particolarità: tornerà in Italia tra 117 giorni, dopo aver fatto il giro del mondo.

Si chiama MSC World Cruise ed è il grande viaggio che porterà 2.500 passeggeri a visitare 43 destinazioni nei 5 continenti, senza mai disfare la valigia. Tra loro c’è anche Giuseppe Corso che abita a Busto Arsizio e che nei prossimi mesi condividerà il viaggio su VareseNews. «Finalmente dopo due anni di attesa si parte -commenta- anche se ho dovuto lasciare a terra la mia bici». Il bustocco non è infatti nuovo a lunghi viaggi, come quello che da Salerno lo ha riportato a casa passando dai balcani o come i 3.000 km fatti per ripercorrere il cammino di Santiago “al contrario” da Lisbona fino a Busto Arsizio, e sono stati tutti itinerari percorsi in sella alla sua bici.

Un mezzo di trasporto che per questo viaggio era inutilizzabile. Dopo alcune tappe nel Mediterraneo, infatti, MSC Magnifica attraverserà l’Oceano Atlantico per visitare il Sud America alla scoperta di BrasileArgentinaUruguayCile Perù. La nave quindi affronterà l’Oceano Pacifico e, dopo essersi fermata a PapeeteAiutaki Rarotonga, raggiungerà la Nuova Zelanda e procederà verso le iconiche città australiane di Hobart Sydney. Successivamente la crociera si sposterà verso l’Oceano Pacifico sudoccidentale visitando isole come la Nuova Caledonia Papua Nuova Guinea, per poi esplorare le isole indonesiane di Komodo Bali, quindi SingaporeMalesiaSri Lanka India. Infine la nave arriverà in Oman, negli Emirati e in Giordania, per poi tornare nel Mediterraneo attraverso il Canale di Suez.

Un viaggio che Giuseppe condividerà anche con i lettori di VareseNews, con un diario sulle nostre pagine per accompagnarlo in questo giro del mondo. Clicca qui per leggere le diverse tappe.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gigi Tacomait

    Buon viaggio e goditi l’avventura. MA per u o che va in bici si può fare di meglio anche solo pedalando. Più tempo, meno soldi e meno inquinamento. Quanto “sporca” una nave da crociera? Troppo. Parler pur parler? Spero di aver la copertura economica e tra un anno… pedalando per il mondo. E per finire, divertiti e ti seguirò con ammirazione e con tanta voglia di imparare. Nzuri safari.

Segnala Errore