Lista Orrigoni: “Sospendete la sosta a pagamento”. La giunta: “no alle strumentalizzazioni”

Il provvedimento proposto è per "Incentivare i cittadini ad andare in centro, per sostenere il commercio locale". Buzzetti e Perusin: "Andrebbe in senso opposto all'ordinanza. Il nostro sostegno? Tari ancora ridotta"

parcheggio pagamento strisce blu

In una lettera destinata al sindaco di Varese, Davide Galimberti, e per conoscenza all’assessore all’Urbanistica, Andrea Civati, all’assessore alle Attività Produttive, Ivana Perusin, e al presidente del Consiglio Comunale Stefano Malerba, i consiglieri della lista Orrigoni Rinaldo Ballerio, Luca Boldetti e Valerio Vigoni propongono alla giunta «Vista la straordinaria emergenza sanitaria che si sta verificando in Regione Lombardia, la sospensione temporanea, fino a data da definirsi e a condizione che la situazione non abbia ulteriori sviluppi negativi, del pagamento della sosta in tutto il territorio del Comune di Varese, sostituendolo con l’utilizzo del disco orario per regolare la permanenza sugli stalli da parte delle autovetture».

Il motivo del provvedimento proposto dai consiglieri è di «Incentivare i cittadini a recarsi presso il centro cittadino e le zone limitrofe, al fine di sostenere il commercio locale in una situazione così complicata».

La risposta della Giunta alla proposta è arrivata poche ore dopo, per voce dell’assessore al Bilancio Cristina Buzzetti e dell’assessore alle attività produttive Ivana Perusin: «Comprendiamo benissimo le difficoltà dei commercianti così come quelle di ogni altra categoria coinvolta dalle misure contenute nell’ordinanza del Ministero della Salute e di Regione Lombardia per il contenimento del contagio da coronavirus. Misure che in questo momento è fondamentale non discutere ma applicare. Al termine di questa situazione, che ci auguriamo sia il prima possibile, ci sarà modo di valutare se da parte della Regione potevano essere intraprese misure meno generalizzate e più adeguate ai singoli casi territoriali. Per questo chiediamo la collaborazione di tutti, anche dell’opposizione, perchè si evitino scatti in avanti scomposti che destabilizzino una situazione già delicata. Serietà, concretezza e coordinazione sono le parole d’ordine da tenere ferme ora, evitando di fare boutade politiche e cercando temi di scontro. Ora è tempo solo di pensare alla salute delle persone. Oltretutto, tra le raccomandazioni per la prevenzione ci sono quelle di evitare l’assembramento di persone in luoghi pubblici e privati. Per questo, anche dando per assodato che la gratuità dei parcheggi aumenterebbe la presenza di persone, cosa di cui non siamo convinti, la richiesta fatta dalla lista Orrigoni va in senso contrario all’ordinanza emanata dal Ministero della Salute e da Regione Lombardia».

La nota firmata dai due assessori aggiunge anche che «Per quanto riguarda il sostegno alle categorie maggiormente colpite dalla misure dell’ordinanza regionale ci risulta che il Governo stia elaborando le misure di sostegno economico e ci auguriamo che la stessa cosa verrà fatta da Regione Lombardia in accordo con i vari comuni coinvolti. Per quanto riguarda il comune di Varese il sindaco ha già riunito gli assessori che si occupano di sviluppo e risorse proprio per studiare ed applicare risparmi sulla tari, anche a fronte della situazione particolare che stiamo vivendo. Possiamo sin d’ora anticipare che al riguardo il Comune per il 2020 interverrà con una ulteriore riduzione della tari».

di
Pubblicato il 25 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore