Ferie forzate per i negozi cinesi, si moltiplicano le chiusure anche nel Varesotto

Diversi negozi svuotati dall'allarme per il coronavirus hanno deciso di abbassare momentaneamente le serrande, in attesa che la situazione migliori e si torni alla normalità

Arcisate varie

L’epidemia da Coronavirus sta costando cara alla comunità cinese, anche nel Varesotto.

Già da qualche settimana la clientela di piccoli e grandi negozi gestiti da cittadini cinesi aveva cominciato a scarseggiare, complice il progressivo diffondersi di paure e ansie attorno all’epidemia. Questa settimana di allarme innescato dall’emergere dei casi nel Lodigiano e in Lombardia, ha dato il colpo di grazia e molti negozi si sono letteralmente svuotati.

I punti vendita in tempi normali affollati per tutta la giornata, si sono trovati a fare i conti con corsie vuote e incassi azzerati e diversi titolari delle attività hanno deciso di chiudere per qualche giorno.

Anche grandi store come i Flamingo di Arcisate e Castiglione Olona, così come il Max Moda di Venegono Inferiore, solo per fare alcuni esempi, hanno deciso di abbassare momentaneamente le serrande, in attesa che la situazione migliori e si torni alla normalità.

Questo ha fatto sorgere in alcuni casi anche ulteriori paure: qualcuno si è chiesto se le chiusure fossero legate a casi di coronavirus ma si tratta di timori infondati.

Per gli imprenditori cinesi una scelta dettata da una valutazione economica – basti pensare ai costi energetici per tenere aperto un negozio – e con grande pragmatismo in molti approfittano della chiusura  per fare grandi pulizie, riordinare i magazzini e imbiancare in negozi. In attesa che passi questo momento difficile.

di
Pubblicato il 27 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore