La Statale della Valganna è pericolosa: Cosentino si rivolge al Prefetto

Il consigliere regionale di Lombardia Ideale ha chiesto la convocazione di un tavolo per risolvere i numerosi problemi dell'importante arteria

Valganna - Incidente stradale

«La Statale della Valganna è pericolosa, intervenga il Prefetto». È la richiesta che il Consigliere regionale Giacomo Cosentino di Lombardia Ideale avanza dopo l’ennesimo tragico incidente costato la vita a un ragazzo.

«Non voglio strumentalizzare assolutamente la morte del ragazzo rimasto vittima, un paio di settimane fa, del tragico incidente avvenuto lungo la Valganna ma voglio approfittare dell’attenzione che ha avuto la SS233 in questo periodo per sensibilizzare tutti gli enti coinvolti a sedersi intorno a un tavolo istituzionale per lavorare al miglioramento della sicurezza di questa fondamentale arteria stradale. Ho pensato che il percorso più corretto era quello di chiedere al Prefetto di convocare tutti gli enti interessati – Comuni, Anas, Regione e altri – e, quindi, in data 11 febbraio ho formalizzato la richiesta. Mi fa piacere che anche il Sindaco di Lavena Ponte Tresa ha fatto la stessa cosa in questi giorni».

« Non sono un tecnico in materia ma con la buona volontà di tutti – conclude Cosentino  -in primis di Anas che è l’ente gestore di questo tratto stradale, si potrebbe iniziare, ad esempio, a installare segnalazioni luminose in prossimità di alcune curve e sarebbe bello avere qualche lampione nei punti più difficili. Sono contrario ai normali autovelox che andrebbero solo a far cassa e che sarebbero poco efficaci visto che i principali incidenti mi sembra siano successi in curve nelle quali è difficile superare il limite di velocità. Dobbiamo combattere contro la distrazione dei guidatori, l’eccesso di alcol e anche il problema storico dell’attraversamento degli animali selvatici».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore