Quantcast

L’Insubria attende disposizione e prepara la didattica a distanza

In attesa di nuove disposizioni l'università rassicura i suoi studenti sulla possibilità di poter continuare i corsi attraverso metodi alternativi

Università dell'Insubria

L’Università degli studi dell’Insubria si prepara ad attivare l’insegnamento da casa nel momento in cui dovessero essere prese nuove misure per contenere la diffusione del Covid-19.

Mauro Ferrari, delegato del rettore alla didattica, fa sapere che nel caso di nuove misure restrittive – e quindi del prolungamento della chiusura dell’ateneo – l’università valuterà la possibilità di attivare metodi di insegnamento alternativi a distanza, per esempio attraverso il sistema “elearning” già attivo e disponibile a tutti gli studenti.

Barbara Pozzo, direttrice del Dipartimento di diritto, economia e culture (Didec), afferma invece che in ogni caso non sarebbe un problema se per un anno le attività didattiche si prolungherebbero fino a giugno per recuperare il tempo perso.

Al momento però dalle istituzioni non è ancora arrivata nessuna ordinanza che imponga un prolungamento del periodo di chiusura dell’ateneo oltre il termine già fissato del 29 febbraio.

Si ricorda che tutte le comunicazioni ufficiali relative al Coronavirus dedicate a studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo dell’Università dell’Insubria sono consultabili direttamente sul sito dell’ateneo (https://www.uninsubria.it/notizie/coronavirus-covid-19-indicazioni-gli-studenti-impegnati-nei-reparti-ospedalieri).

Si tratta invece di un falso il documento siglato a nome di Yuri Coppi, dirigente dell’Ufficio scolastico regionale per la lombardia, che afferma l’interruzione delle attività didattiche fino a domenica 8 marzo.

di
Pubblicato il 28 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore