Panorami sul lago: la vista spettacolare dalla Madonna del Sasso

Uno dei luoghi più caratteristici del Locarnese e un punto panoramico incredibile. È il santuario di Orselina, fondato nel 1487 dal frate Bartolomeo

madonna del sasso locarno

(Foto My Ascona-Locarno). È senza dubbio uno degli scorci più belli e da cui si può ammirare uno splendido panorama su Locarno e il Lago Maggiore. Il santuario della Madonna del Sasso di Orselina è una chiesa ticinese, particolarmente rilevante per la comunità locale e per la sua valenza artistica e storica. Fondata nel 1487 dal frate francescano Bartolomeo, dopo che alla vigilia del giorno dell’Ascensione del 1480 in questo stesso luogo gli era apparsa miracolosamente la Madonna. Già nel XV secolo furono apportate le prime modifiche, mentre nel XVII secolo la struttura esistente venne estesa considerevolmente. Il complesso è costituito da un convento, una chiesa, diverse cappelle e un grande piazzale con una vista spettacolare. Inoltre, nel complesso si trova una nicchia con una scena dell’Ultima cena rappresentata con statue di terracotta. La sfarzosa chiesa è decorata con affascinanti affreschi e tavole votive.

Dal sito Ascona-Locarno Turismo: “Anche la via che conduce al Monte Sacro è già di per sé un’esperienza. Dai piedi della montagna parte una Via crucis che rappresenta la Passione di Gesù in 12 stazioni contrassegnate da altrettante cappelle. Chi preferisce evitare questa salita di circa 20 minuti può prendere la comoda funivia verso Orselina. Nel monastero della Madonna del Sasso risiedono ancora oggi i frati cappuccini. Grazie ad un’associazione con l’Italia, l’Ordine ha ottenuto non solo dei giovani frati, ma anche nuove attrattive e vitalità. Particolarmente interessante è anche la visita del Museo Casa del Padre, inaugurato a fine settembre 2016 e situato nella parte più antica del monastero. Qui potete scoprire di più sulla vita nel monastero dei padri cappuccini e sulle località di pellegrinaggio dello spazio prealpino. Tra gli oggetti esposti troviamo paramenti sacri, oggetti di culto, oltre a disegni e quadri del pittore ticinese Antonio Ciseri (1821-1891)”.

La chiesa è aperta ogni giorno da aprile a ottobre, negli orari: 9.30-12.30 / 13.00-17.00.

Più informazioni qui

di
Pubblicato il 21 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore