Premio Chiara-Festival del racconto, “Un amore che dura 32 anni”

Pubblicati i bandi per la prossima edizione del festival letterario che torna con diverse novità e una nuova sede

tempo libero generica

È stata presentata questa mattina, venerdì 14 febbraio, la nuova edizione del Premio Chiara-Festival del Racconto. La kermesse letteraria torna per la sua trentaduesima edizione e la macchina organizzativa è già iniziata. «Questo festival è amore», ha esordito la direttrice e fondatrice del festival Bambi Lazzati, facendo riferimento al giorno degli innamorati, «un amore che dura da trentadue anni». 

Insieme al presidente Romano Oldrini ha quindi lanciato i bandi 2020 che anche quest’anno permetteranno agli amanti della scrittura, ma anche della fotografia e del videomaker, di proporre racconti e immagini: «Siamo qui e siamo in buona salute. Grazie a tutti coloro che ci sostengono», ha commentato il presidente.

tempo libero generica

Per il 2020 quindi, il programma è in costruzione ma le novità saranno diverse. A dire il vero, la prima, è  stata annunciata a fine gennaio, quando l’Associazione Amici Premio Chiara ha stretto un accordo con l’amministrazione comunale che le permetterà di cambiare sede: «La prossima conferenza stampa la faremo al Castello di Masnago», ha infatti sottolineato Bambi Lazzati.

Tre le novità annunciate durante la presentazione di oggi invece, l’omaggio a Ugo Tognazzi, un appuntamento dedicato a Gianni Rodari, scrittore che ha vissuto a Gavirate, e il tema dell’acqua come elemento dal quale partire per gli scritti dei più giovani. Inoltre, continuano le tante collaborazioni con le realtà culturali del territorio, oltre agli istituti scolastici: «Quest’anno ampliamo le collaborazioni anche con il Verbano e con tutta l’area insubrica».

«Sono orgoglioso di questo festival e sono contento che questa sia da trentadue anni la vostra casa – ha commentato invece, il Presidente della Provincia di Varese, Emanuele Antonelli -. Questo festival aiuta a diffondere cultura, anche tra i più giovani». «Siamo contenti di sostenere il festival, tanto che abbiamo deciso di tenerlo stretto, anche grazie all’accordo della loro nuova “casa”. Un aspetto che amo sottolineare di questo festival è poi il suo legame con i più giovani».

Rispetto ai contenuti del programma invece, c’è ancora da aspettare, così come per sapere quali ospiti arriveranno in città grazie al Premio Chiara alla Carriera e il Premo Chiara Le Parole della Musica: «Il livello è sempre stato alto e anche questa volta non vi deluderemo», spiegano gli organizzatori. Intanto è certa la presenza di Umberto Pellizzari, apneista e conduttore televisivo e accademico che il 10 marzo sarà ospite per un incontro.

I bandi di concorso del Premio Chiara 2020 sono pubblicati sul sito ufficiale. 

di
Pubblicato il 14 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore