Quattro storie nel vento, per celebrare “Il giorno del ricordo” a Ferno

In sala consiliare lo spettacolo “Il Cerchio – nessuno è innocente”, che racconta l'esodo e le vicende del confine orientale attraverso quattro diverse figure

esodo Pola foibe Giorno del Ricordo

Sarà l’Associazione “La Manifattura” di Monza ad accompagnare Ferno nel “Giorno del Ricordo”.

Nella mattinata di martedì 11 febbraio, l’associazione La Manifattura porterà nella Sala Consiliare di via Roma 51 “Il Cerchio – nessuno è innocente”, un atto unico proposto dall’Amministrazione Comunale – Assessorato alla Cultura ai ragazzi delle classi seconde della scuola secondaria di primo grado “Benedetto Croce” e a tutti coloro che fossero interessati ad intervenire.

“Il Cerchio – nessuno è innocente” racconta la storia di quattro personaggi, due italiani e due slavi che interagiscono tra loro: un valoroso partigiano, che subirà un umiliante congedo, un orgoglioso studente inebriato dal profumo di potere, un professore, che andrà incontro ad una tragica fine, una ragazza determinata, che cavalcherà le ombre del destino. A fare da sfondo a tutta la rappresentazione saranno le musiche suonate dal vivo dai giovani artisti della compagnia narrante.

«La rappresentazione di lunedì – spiega l’assessore alla Cultura Sarah Foti – si propone di fornire ai ragazzi e a tutti i presenti alcuni punti di riflessione su una pagina di storia a volte sconosciuta ed altre volte trascurata, ma che non può e non deve essere dimenticata, per tenere vivo il ricordo di quegli esuli istriani, fiumani e dalmati che in quella tragedia vennero completamente sradicati perdendo tutto ciò che erano, che sentivano e che avevano».

Istituito con la Legge n. 92 del 30 marzo 2004, il “Giorno del Ricordo” vuole, infatti, conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dall’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore