Regione Lombardia riconosce altre 19 attività storiche in provincia di Varese

L'assessore allo Sviluppo economico Alessandro Mattinzoli: "Orgogliosi di questi imprenditori"

Generico 2018

La Regione riconosce 246 nuove attività storiche e di tradizione in Lombardia, di cui diciannove in provincia di Varese,  che si vanno ad aggiungere alle 2011 imprese che già sono inserite nello speciale elenco regionale. Tra queste nuove attività, identificate dal primo provvedimento del 2020 dell’assessorato allo Sviluppo economico, 131 sono i negozi storici, 72 i locali storici e 43 le botteghe artigiane storiche.

Azzate, Nicora (1939),

Busto Arsizio, Marmonti (1970), Lavanderia Bogni Enrica (1955), Colnaghi Gomme (1951),  La Fayette (1978)

Cardano Al Campo, Rigolio Arredamenti (1954)

Cocquio Trevisago, Acconciature Dino di Marcomini Guido (1946)

Ferno, Osteria San Martino (1975)

Gallarate, Pasticceria Fratelli Gnocchi (1959), Il Forno Salmini (1969), Ottica Garzolino (1945), Drogheria Enoteca Croci dal 1925 (1956), We For You Parrucchiere ed Estetica (1978),

Varese, Casa della Pantofola dal 1971 (1971), Polleria De Molli (1960)  Gigante (1967), Nuovo Bar Pasticceria Gelateria (1977), Bar del Circolo di Capolago (1968)

Vergiate, Edicola Cartoleria Cardani (1938)

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2020
Leggi i commenti

Video

Regione Lombardia riconosce altre 19 attività storiche in provincia di Varese 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore