“Il coronavirus ci farà ripensare il nostro rapporto col Pianeta”

Il partito dei Verdi della città di Varese ha cominciato a lavorare sulla necessità ormai non più procrastinabile di perseguire sostenibilità ambientale

arcobaleno bimbi vecchio castagno angera

Il mondo sta vivendo con angoscia la crisi covid 19, il nostro Paese ed in particolare la nostra Regione stanno pagando un prezzo elevatissimo fatto di morti e di futura grave crisi economica.
Come partito dei Verdi della città di Varese ringraziamo chi, in questo momento di grave difficoltà, si sta adoperando per salvare vite, per far funzionare i servizi essenziali, per chi lavora nelle fabbriche e per chi in modo sicuramente meno rischioso ma altrettanto importante si attiene alle direttive che provengono dalle autorità superiori, evitando di far propagare ulteriormente questa terribile epidemia.

Attraverso il nostro comitato scientifico composto da esperti di diversi settori, abbiamo iniziato da alcuni mesi a lavorare sulle tematiche al centro del dibattito internazionale che vengono richiamate per dare delle spiegazioni sulla pandemia. Per poter ragionare da subito sul dopo, sulla necessità ormai non più procrastinabile di perseguire sostenibilità ambientale, sociale ed economica contemporaneamente, sulle scelte politiche di priorità di investimento. La tumultuosa crescita delle città cinesi, l’inquinamento atmosferico della val Padana, lo sfruttamento delle risorse naturali, sono solo alcuni degli aspetti da considerare, anche a scala locale, per poter elaborare proposte concrete per il nostro Territorio.

Accanto a questo nostro impegno scientifico divulgativo noi verdi della città di Varese vogliamo affermare che, quando tutto questo sarà finito, sperando che questo accada al più presto, sarà doveroso capire cosa non ha funzionato.
Perché è chiaro che qualcosa nella nostra Regione non ha funzionato, e non parliamo della assoluta capacità professionale e dedizione del nostro personale sanitario, non ci sembra però giusto in questo momento alimentare alcun tipo di polemica, dobbiamo essere tutti uniti, solidali e responsabili.

Qui il testo del documento scientifico  

 

di
Pubblicato il 25 marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore