Covid-19: alleanza tra pediatri di famiglia e Politecnico di Milano

L'accordo prevede il rifornimento di disinfettante agli studi dei pediatri di libera scelta operanti sul territorio lombardo

Il gioco del dottore in pediatria

Nuova alleanza tra pediatri di famiglia e ingegneri del Politecnico di Milano in Lombardia. Obiettivo: contrastare la diffusione del virus SARS-Cov-2, meglio noto come “coronavirus”. Simpef – Sindacato medici pediatri di famiglia ha concluso un accordo con il Dipartimento di Chimica, materiali e ingegneria chimica “Giulio Natta” per la fornitura gratuita, ai pediatri di famiglia lombardi, della soluzione disinfettante per le mani prodotta dal Politecnico, sulla base della formula raccomandata dall’Organizzazione mondiale della sanità.

L’iniziativa, partita con la distribuzione ai pediatri operanti nella ATS Città metropolitana di Milano, è proseguita nell’ATS Brianza e sta per completarsi con la distribuzione del presidio nelle ulteriori ATS della regione. «In questo periodo di grande impegno assistenziale e di grossa difficoltà nel reperimento dei dispositivi di protezione individuale il potersi, con un certo agio, predisporre alla corretta sanificazione delle mani e delle attrezzature di studio deve considerarsi una risorsa quasi insperata» ha spiegato Rinaldo Missaglia, Segretario nazionale Simpef.

«Sono i pazienti stessi che, in ultima analisi si giovano della consapevolezza che il pediatra dei propri figli è messo nelle condizioni il più possibile adeguate ad affrontare in sicurezza igienica l’impegno assistenziale. Se per le soluzioni disinfettanti quindi possiamo considerarci soddisfatti, non così si può sostenere per gli altri Dpi, come mascherine, camici e occhiali, che ancora scarseggiano e il cui approvvigionamento non può dirsi sufficientemente adeguato per i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta che operano sul territorio – ha puntualizzato Missaglia -. Ben vengano eventuali altre iniziative, come quella predisposta dal Politecnico, per rendere disponibili anche altri presidi di protezione».

«Simpef, cui si deve l’organizzazione della distribuzione capillare ai pediatri di famiglia operanti sul territorio, non può che ringraziare di cuore il Politecnico di Milano e il personale tutto del Dipartimento “Giulio Natta” per la disponibilità dimostrata anche attraverso l’extra impegno che l’iniziativa ha comportato dal momento che non è stato sottratto tempo alla abituale attività accademica» ha concluso il segretario nazionale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore