Gli svizzeri trasformano il Cervino nella bandiera italiana in segno di solidarietà

L’illuminazione del Cervino sul versante svizzero, iniziata martedì 24 marzo, ha suscitato attenzione in tutto il mondo. Questa sera prosegue l'iniziativa e la proiezione sarà dedicata alla solidarietà con l'Italia

cervino

Il tema delle proiezioni sul Cervino di sabato 28 marzo 2020 è l’Italia: il Paese europeo più colpito dalla pandemia di Covid-19.

L’illuminazione del Cervino sul versante svizzero, iniziata martedì 24 marzo, ha suscitato attenzione in tutto il mondo. Questa sera prosegue l’iniziativa e la proiezione sarà dedicata alla solidarietà con l’Italia.

Proiettando la bandiera italiana sul Cervino, Zermatt mostra la sua vicinanza con l’Italia colpita dalla pandemia di Covid-19. La proiezione rispecchia simbolicamente una solidarietà profondamente sentita. L’Italia non è solo il Paese più colpito ma confina anche direttamente con Zermatt. Il comune di Valtournenche si trova sul versante opposto del Cervino e condivide con Zermatt il comprensorio sciistico internazionale. Due comunità legate dalla geografia, dalla storia e dall’amicizia.

È stata dunque la comunità di Valtournenche, su invito di quella di Zermatt, a definire il messaggio proiettato sul Cervino. «Per esprimere la nostra grande gratitudine», ha detto Nicole Maquignaz, vicesindaco del Comune di Valtournenche. Il ringraziamento va alle persone che, in questo momento, sono in prima linea e si sacrificano per affrontare questa emergenza in tutta Italia: è rivolto ai medici, al personale sanitario, ai volontari, alle forze dell’ordine, ai vigili del fuoco e a tutti coloro che sono indispensabili e non possono stare a casa poiché salvaguardano e salvano vite umane. Per questa ragione, insieme a alla bandiera italiana, sul Cervino sarà proiettata anche la parola #grazie.

Le illuminazioni, create dall’artista della luce Gerry Hofstetter, dovrebbero durare fino al 19 aprile. Durante questo periodo di emergenza da Covid-19, tra il tramonto (19:30 ora solare, 20:30 ora legale) e le 22:00 – condizioni meteo permettendo –, ogni giorno il Cervino sarà illuminato nel segno della speranza, della solidarietà e della gratitudine. Se la montagna sarà avvolta dalle nuvole, questa sera, l’illuminazione dedicata all’Italia sarà rinviata al primo giorno successivo di bel tempo.

cervino

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore