Prime Video, le serie tv da non perere con #iorestoacasa

Una selezione di proposte dalla piattaforma televisiva di Amazon per affrontare questi giorni in cui si è costretti a rimanere a casa

Prime video

Prime Video è una vera risorsa per gli amanti del binge watching, ovvero l’irrefrenabile voglia di guardarsi una puntata dietro l’altra delle serie televisive. La piattaforma televisiva di Amazon è disponibile per tutti coloro che hanno sottoscritto un abbonamento annuale Amazon Prime, mentre ha un costo annuale di circa 20 euro per tutti gli altri. Ma attenzione: il primo mese è gratis.

Prime Video è disponibile da tutti i computer, oppure con un apposita app per telefoni e tablet. Ma è anche fruibile da Smart Tv o da televisori dotati di Chromecast (o apparecchi similari come Amazon Fire Stick). Vediamo ora cosa offre la piattaforma in questo periodo di domicilio forzato al tempo del Coronavirus. Vi diamo, in sintesi, alcuni suggerimenti.

Serie Originali Amazon

Da non perdere la serie La fantastica signora Maisel, giunta alla terza stagione, ma disponibile dalla prima. Ambientata alla fine degli anni ’50 è la storia di una donna benestante che scopre di avere una visione del mondo molto particolare e rivoluzionaria. Per gli amanti dei supereroi c’è The Boys, una stagione con protagonisti dei supereroi che non sono poi tanto buoni: vengono idolatrati come dei e hanno tutti i difetti degli umani. Sempre in tema fantasy, però particolarmente scorretto e violento, ci sono anche le due stagioni di American Gods, storia di antichi Dei che sono ancora tra noi, ma che per sopravvivere devono lottare con i nuovi miti.

Per un tuffo nella storia ci sono le quattro stagioni di The Man in the High Castle, ispirato al racconto di Philip K. Dick dove si immagina come sarebbe stato il mondo se la guerra fosse stata vinta dai nazisti. Per rimanere in tema, Amazon ha appena pubblicato anche la prima stagione di Hunters, con Al Pacino, ambientata negli anni ’70 in cui si racconta di un gruppo di cacciatori di nazisti in cerca di vendetta. Spazio anche alla fantascienza con Pikard, serie attesissima dai fan di Star Trek con Patrick Stewart che torna nei panni del capitano dell’Enterprise. Infine, per gli amanti dell’horror c’è The Purge, tratto dall’omonimo film e basato su una semplice idea: una notte all’anno chiunque può commettere i crimini che vuole e rimarrà impunito.

Alte serie da non perdere

Prime Video propone anche serie già passate anche su altre piattaforme, ma che meritano sicuramente di essere viste. A partire, grazie a un accordo con la Rai, dalle tre stagioni di Rocco Schiavone, tratto dai romanzi di Antonio Manzini e che raccontano le gesta del più scorbutico commissario dei gialli italiani. Sempre per la stessa tipologia, ma più rassicurante, c’è Il giovane Montalbano, con Michele Riondino che interpreta il famoso personaggio nato dalla penna di Andrea Camilleri.

Assolutamente da non perdere le cinque stagioni di Downton Abbey, umorismo completamente inglese e vita di inizio ”900 per la nobile famiglia Crowley e per la servitù. Da riscoprire anche serie ormai storiche Dr.House, il più geniale e scorretto medico che scova le malattie come se fosse un’indagine di polizia, partendo da un presupposto: i pazienti mentono sempre. Chi vuole invece immergersi nel medical drama più famoso della televisione, trova a disposizione le prime 14 stagioni (in totale sono 17) di Grey’s Anatomy.

Chi vuole fare un tuffo nel passato, sono presenti anche due chicche che non hanno bisogno di presentazioni: le 12 stagioni de La signora in giallo o tutte le puntate del Tenente Colombo. Presenti anche tutte le stagioni di Friends, considerando che è ormai sicura anche la reunion del cast.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 12 marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore