Produzione mascherine, Arcuri ringrazia Cna e Confindustria

In poco tempo le imprese che hanno riconvertito la loro produzione copriranno la metà del fabbisogno

mascherine del maglificio lisanzese

«In pochissimi giorni intorno al sistema moda di Confindustria e di Cna si sono messe insieme e sintonizzate senza rivalità e competizione molte imprese italiane». Domenico Arcuri, commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus, nel corso della prima conferenza stampa nel suo nuovo ruolo, ha sottolineato il ruolo avuto dalle due associazioni datoriali nello sbloccare l’emergenza mascherine. «Tra tre giorni – ha annunciato – inizieranno la produzione di mascherine sanitarie e pensiamo che in poco tempo copriranno la metà del fabbisogno. Un risultato straordinario che sei giorni fa, quando sono stato nominato, consideravo utopistico».

«Abbiamo chiesto e ottenuto dall’Unione europea – ha continuato il commissario straordinario – l’autorizzazione a lanciare l’incentivo che permette di finanziare, con una dotazione di 50 milioni, le imprese che vogliono riconvertire i loro impianti. Sono convinto che molte centinaia di imprese italiane coglieranno l’opportunità. Queste produzioni, però, devono cominciare prima possibile – ha concluso Arcuri – perché ci servono oltre 90 milioni di mascherine al mese».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore