“Florovivaismo, perchè i supermercati si e i produttori no?”

Confagricoltura Varese si indigna davanti all’ultima decisione della Regione, che prevede la possibilità di vendere fiori nella grande distribuzione e continua a mantenere chiusi i punti vendita delle aziende

inaugurazione serre corso florovivaista floricoltore agenzia formativa varese

Confagricoltura Varese si indigna davanti all’ultima decisione di regione Lombardia, che tra le altre prevede la possibilità di vendere fiori e piante nei negozi della grande distribuzione mentre per le aziende di florovivaismo continua a mantenere chiusi i punti vendita al dettaglio.

«In un momento così difficile per la nostra vita personale ma soprattutto per la sopravvivenza delle aziende – Sottolinea Giacomo Brusa, presidente di Confagricoltura Varese – Non possiamo non rimanere stupiti e contrariati dalla decisione di consentire la vendita al dettaglio di piante e fiori in ipermercati e supermercati mentre in Regione Lombardia, stando almeno al parere dell’ Assessore Regionale del 28 marzo, i punti vendita aziendali dovrebbero rimanere chiusi e l’attività floricola è ammessa soltanto per quanto riguarda la produzione e la vendita a domicilio».

Una decisione su cui l’associazione di categoria non intende tacere: «Già dalla primissima mattinata di oggi siamo al lavoro per superare questa inammissibile discriminazione: avevamo accettato con senso di responsabilità la chiusura totale dei punti vendita del comparto, e scoprire che la vendita è stata riammessa solo nei punti vendita della grande distribuzione, che si fornisce prevalentemente fuori dall’Italia, è un terribile colpo basso. La regola dovrebbe essere: o tutti o nessuno. Lavoreremo per questo, con l ‘ auspicio di superare questa ennesima stortura e soprattutto di tornare al più presto alla normalità nella vita economica, sociale e personale di ciascuno di noi» .

di
Pubblicato il 07 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore