“I ragazzi del Maria Ausiliatrice hanno un rimedio per passare la quarantena”

Il progetto si chiama "Teens during Corona": doveva essere tutt'altro, ma l'emergenza ne ha fatto un modo per non pensare solo al virus. A raccontarlo la coordinatrice, suor Cristina Merli

maria ausiliatrice scuola varese

Gentile Direttore, gentile Redazione,

Sono Cristina Merli, suora salesiana di Casbeno arrivata a Varese un anno e mezzo fa.
Intanto voglio ringraziarvi per il lavoro che state svolgendo in questo periodo: serio, puntuale, mai fazioso. Non è facile, ma è ciò di cui abbiamo bisogno da chi si occupa di comunicazione.

Vorrei segnalare un’iniziativa nata con un gruppo studenti della scuola superiore della nostra scuola, nella quale insegno, Maria Ausiliatrice di Varese.
Abbiamo iniziato, a dicembre, con un progetto di “Service Learning“, a fare un’analisi dei problemi, delle carenze, dei desideri della nostra scuola e del nostro territorio per mettere in atto una risposta concreta a partire dalle discipline scolastiche.

Il Covid-19 ha modificato bisogni, fatiche, luoghi di fragilità.

Abbiamo rimesso tutto sul piatto e abbiamo analizzato la situazione attuale anche attraverso la somministrazione di un questionario preparato con la prof. di Scienze Umane e di statistica: i bisogni ora sono la necessità di abbassare la soglia della paura, l’applicazione più severa delle regole, la sofferenza degli anziani, la solitudine…

Per rispondere a queste difficoltà, non potendo uscire di casa, abbiamo pensato di lanciare dei messaggi attraverso i social: messaggi di speranza, di persuasione a rispettare le indicazione date, di invito a prendersi cura, attraverso telefonate, dei nonni e delle persone più anziane.

In più i ragazzi ritengono utile che la gente non stia tutto il tempo davanti alla televisione a sentire le notizie, perché così l’ansia aumenta. Quindi vogliono proporre attività alternative per tenere compagnia.

Anche Boccaccio e Manzoni possono servire. E allora ecco brevi video dei ragazzi di 3^ LES con il racconto di alcune novelle del Decameron, perché una novella al giorno toglie la noia di torno. Ma allora gli alunni 2^ LES, gelosi, si sono industriati con la progettazione di video con riassunti de I Promessi sposi: un capitolo al giorno toglie don Rodrigo di torno.

Ogni lezione (online!) idee nuove e il progetto si arricchisce.

Ad esempio, una scuola dell’infanzia ci ha chiesto di scrivere storie che i genitori possano raccontare ai bambini e proporre loro delle attività da fare a partire dal racconto; una scuola secondaria di secondo grado di Pavia ci ha chiesto se possiamo aiutare un ragazzino cinese della classe 2^ a studiare qualcosa dell’Inferno di Dante e stiamo preparando dei video-racconti in 6 capitoli.

Per pinterest abbiamo coinvolto i bambini della scuola primaria: stanno facendo disegni da pubblicare.

Se fosse di interesse, per ascoltare la voce degli adolescenti in questi periodo, segnalo i social che abbiamo aperto:

Il canale Youtube

La pagina Facebook

Il profilo Instagram

Il profilo Tik tok

Pinterest

Ringrazio per l’attenzione, porgo un cordiale saluto e auguro buon lavoro a voi che siete, come altri, in prima linea.

Sr Cristina Merli

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2020
Leggi i commenti

Foto

“I ragazzi del Maria Ausiliatrice hanno un rimedio per passare la quarantena” 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maria Rosaria Battisti

    Carino! sicuramente guarderemo i video.
    una considerazione leggendo la frase dell’articolo che incollo di seguito:

    “Ma allora gli alunni 2^ LES, gelosi, si sono industriati con la progettazione di video con riassunti de I Promessi sposi…..”

    Forse meglio pensare e dire:

    – seguendo l’esempio dei compagni –

    e non

    – gelosi –

    Un mondo senza gelosia riesce sicuramente meglio a seguire l’esempio di Gesù

    Grazie e buona Pasqua a tutti

Segnala Errore