Quantcast

Cna: ” Taxi e noleggio con conducente, servono subito misure di supporto”

Negli ultimi due mesi il comparto ha avuto un calo del 90 % del fatturato. Con uno stanziamento di 20 milioni Regione Lombardia potrebbe dare un segnale importante agli operatori

cna generiche

Aeroporti deserti, terminal chiusi, un lungo periodo di quarantena. E’ quasi una traversata nel deserto l’emergenza Covid per i conducenti di Taxi e NCC: un viaggio di cui ancora non si vede la fine. (nella foto Luca Mambretti presidente di Cna Varese)

«Siamo molto preoccupati per la tenuta sociale del nostro indotto di lavoratori e delle relative famiglie – esordisce Giuseppe Mele, portavoce varesino oltre che nazionale della categoria dei noleggiatori con conducente di Cna, che denuncia – Una situazione mai vista prima. I costi fissi restano, liquidità a fondo perduto ancora non se ne vede, al di là della prima timida previsione del Decreto Rilancio. Siamo letteralmente stremati, o si rigenera la domanda, di matrice business o turistica, oppure molti di noi saranno costretti alla chiusura».

Esprime la stessa preoccupazione  il portavoce varesino di Fita Cna trasporto persone, Stefano Zanvettore che, con particolare riferimento alla platea dei taxisti, afferma: «Abbiamo avuto in questi due mesi un calo di fatturato pari al 90% e guardiamo  con crescente preoccupazione ai più esposti tra noi, alle figure imprenditorialmente meno solide, ai più giovani, spesso con famiglie ancora completamente sulle loro spalle. Alcune Regioni come Piemonte e Campania hanno trovato le risorse per far arrivare soldi a fondo perduto a taxi ed ncc. Noi crediamo che la Lombardia possa stare al passo con Piemonte e Campania».

Il parco auto circolanti in questione ammonta a circa 10 mila veicoli. Con uno stanziamento di 20 milioni Regione Lombardia potrebbe dare un segnale importante agli operatori del comparto. «La partita potrebbe in fondo interessare ben tre assessorati –  afferma il presidente di Cna VareseLuca Mambretti – Sviluppo Economico, Trasporti e Turismo. Il comparto Taxi – Ncc vive una sofferenza economica e sociale gravissima: le misure di supporto devono essere tempestive».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Anche a loro darete le misure di supporto?

    http://blog.ilgiornale.it/pellegrino/2019/05/23/anche-gli-spagnoli-denunciano-la-scortesia-di-alcuni-tassisti-italiani/

Segnala Errore