Col Piper sul lago “Così ci reinventiamo il turismo“

Disdette e difficoltà nel riaprire di fronte a una stagione incerta obbligano a puntare su formule nuove per strizzare l'occhio ai turisti più esigenti

Avarie

Albergo chiuso, case vacanze aperte.

Frontiere che ancora restano sigillate per il turismo, ma pacchetti vacanza che includono l’arrivo sul lago a bordo di un Piper.

Il Camin Hotel di Colmegna con la sua trentina di stanze non riapre ancora i battenti ma la proprietaria Lara Luz cerca di reinventarsi l’offerta passando da due strade.

«Oltre all’albergo abbiamo un residence vacanze diffuso con appartamento nel centro storico di Colmegna, ma anche a Luino e con soluzioni di ville indipendenti direttamente sul lago, a Brezzo di Bedero, con tanto di darsena privata. È una formula che consente di beneficiare di una sistemazione indipendente, ma appoggiandosi ai vantaggi di una struttura alberghiera, servizi come il sasseto camere o un private chef».

Quindi l’idea è di captare sia il turista che vuole tranquillità, sia quello che gradisce magari la sistemazione in centro per godersi la parte centrale della settimana a Luino, corrispondente col giorno di mercato, il mercoledì, anche se in questo caso la clientela è prevalentemente svizzera e tedesca e deve naturalmente fare i conti col blocco delle frontiere, previsto almeno fino al 3 giugno: decisiva sarà questa settimana per comprendere le scelte del Governo in relazione alle notizia che arriveranno dal fronte sanitario dei contagi.


L’hotel è fermo per via degli alti costi di gestione che verrebbero coperti “a vuoto“ per via della pioggia di disdette per ricevimenti, feste, matrimoni e battesimi «slittati nella migliore delle ipotesi all’autunno, ma anche nel 2021». Così si cerca di giocare la carta delle novità.

«In questi giorni stiamo attivando dei pacchetti vacanze con un operatori turistici che propone approdi sul lago direttamene con un aereo, un Piper. Ma anche sortite col motoscafo. Ma la nostra attenzione si spinge anche nell’entroterra proponendo gite ai Mulini di Piero, o al Giro del Sole di Agra», conclude Lara Luz.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore