Giornata internazionale dei bambini scomparsi: al via la campagna di sensibilizzazione

Un fenomeno su cui bisogna vigilare

bambini finestra

La ricorrenza del 25 maggio, giornata internazionale per i bambini scomparsi, è l’occasione per informare e sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica sul tragico fenomeno, garantire che nessun minore scomparso venga dimenticato e far sì che non vengano mai interrotte le ricerche.

Per questo il Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse dà il via ad una campagna di sensibilizzazione sul fenomeno dei minori scomparsi attraverso la promozione di un video tutorial realizzato dal suo ufficio in collaborazione con il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri che sarà disponibile sulla pagina web del Commissario, presente sul sito del Ministero dell’Interno.

L’iniziativa è finalizzata a promuovere, sensibilizzare, e incentivare una fattiva collaborazione dei soggetti direttamente interessati al fenomeno e a sollecitare tutte le persone alla “cittadinanza attiva e a comportamenti virtuosi”, per dare un messaggio di speranza a tutte le famiglie che vivono il dramma della scomparsa di un proprio caro.

In Italia già dal 2007 è stata istituita la figura del Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse con compiti di coordinamento strategico e di monitoraggio del fenomeno, di raccordo con gli organismi internazionali, di analisi dei dati che riguardano le informazioni sulle persone scomparse, dei i rapporti con i familiari e con le associazioni più rappresentative a livello nazionale che, sotto diversi profili, sono impegnate in tale ambito.

Nelle Questure esistono Uffici specialistici dedicati ai minori: gli Uffici Minori delle Divisioni Anticrimine, che hanno funzioni essenzialmente preventive e di Pronto Soccorso per il nucleo familiare int difficoltà. Le Sezioni specializzate nelle indagini concernenti lo sfruttamento dei
minori presso le Squadre Mobili.

A livello centrale, dal 15 marzo 2000 la Polizia di Stato collabora con Icmec (International Center for Missing and Exploited Children) e gestisce il sito italiano per i bambini scomparsi.

L’APP YOUPOL

C’è un’app, Youpol, attiva per ricevere segnalazioni di bullismo, spaccio di droga e reati di violenza domestica. Attraverso l’App è possibile chiamare direttamente il 112 oppure trasmettere in tempo reale messaggi (anche multimediali) agli operatori della Polizia di Stato. Le segnalazioni, automaticamente georeferenziate, vengono ricevute dalle Sale Operative delle Questure. Per chi non volesse fornire i propri dati, è prevista la possibilità di fare segnalazioni in forma anonima.

Quando scompare un minore le situazioni da affrontare sono diverse: fughe da casa di adolescenti, sottrazioni di bambini da parte di un genitore, minori stranieri che si allontanano dagli istituti di accoglienza e casi più gravi di pericolo. Tutte queste, qualunque siano le circostanze, devono essere gestite senza ritardo e senza tralasciare nessuna possibilità di ricerca.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore