“L’azienda non ci ha lasciato soli, grazie”

Una lettera da parte dei dipendenti per ringraziare Romeo e Armando De Molli, proprietari dell'omonima ditta di Brunello, che durante il lockdown hanno integrato gli stipendi

Generico 2018

Una lettera da parte dei dipendenti per ringraziare Romeo e Armando De Molli, proprietari dell’omonima ditta di Castronno, aperta dal 1949. In questo periodo di difficoltà, i proprietari hanno infatti dato un contributo economico ai loro dipendenti. Ecco la lettera:

“Un grazie ai signori Romeo e Armando De Molli che hanno ben presente non tanto le mura e i  macchinari, quanto le persone sono l’Azienda. E se le donne e gli uomini che ci lavorano amano e credono nel proprio lavoro fanno prosperare l’azienda e costruiscono il loro futuro. Loro hanno sempre pensato a tutti coloro che hanno costruito con loro questo lungo percorso di fatica e successi e , in questo periodo buio, hanno pensato al benessere dei loro dipendenti, dando un sostegno economico per sopperire alle perdite causate da questo look down. Integrando gli stipendi e mettendo a disposizione diverse risorse. Con questo gesto personale hanno voluto ringraziare non il singolo individuo ma l’intera squadra perché solo il collettivo che si muove nella stessa direzione può far prosperare l’azienda e accrescere l’orgoglio di chi in essa opera. Questo deve essere lo spirito di partecipazione di coloro che quotidianamente lavorano in De molli. Un ringraziamento di cuore da parte dei dipendenti di Brunello”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore