Monti: “Mentre la Lombardia cerca di ripartire, il PD di Varese frena”

Presa di posizione del consigliere regionale della Lega Nord contro il sindaco Davide Galimberti e la maggioranza del capoluogo varesino

emanuele monti

«Di fronte a crisi come quella che stiamo attraversando, tutta la classe politica dovrebbe agire nell’interesse dei cittadini, mettendo a disposizione strumenti per superare le difficoltà e tornare ad una vita normale. Purtroppo, nel nostro Paese, assistiamo a un’abissale differenza tra chi lavora per aiutare la popolazione e chi invece non fa nulla e preferisce dedicarsi esclusivamente alla polemica politica. L’esempio più eclatante lo vediamo nella nostra provincia: il sindaco di Gallarate, Andrea Cassani, ha posto in essere una serie di misure di sostegno per la città. A Varese, il sindaco Davide Galimberti non mette un solo euro e lascia tutto fermo». Così Emanuele Monti, Consigliere regionale della Lega, intervenendo sulle diverse misure per la ripartenza nella Fase 2 in provincia di Varese.

«Il sindaco di Varese, espressione del PD, in queste settimane si è fatto sentire soprattutto per le solite polemiche politiche, con le quali ha continuamente attaccato la Regione, emulando i suoi compagni di partito a livello regionale e nazionale – commenta Monti – purtroppo, non è il momento delle polemiche ma è il momento del fare, dell’azione, per dare risposte ai cittadini e far uscire il nostro territorio da questa crisi. La Lombardia si è impegnata in questo duro lavoro, andando avanti nonostante i continui attacchi strumentali, mettendo tutte le risorse possibili, e trovandone di nuove, per far ripartire in sicurezza le diverse attività. Il Comune di Varese, guidato da Galimberti, non ha saputo fare nulla».

«Non solo l’amministrazione comunale non ha saputo fare niente per sostenere la cittadinanza nella ripartenza – aggiunge Monti – ma addirittura paralizza nel normali attività. Un esempio, uno dei tanti ma rappresentativo, è la funicolare: nel primo fine settimana in cui il turismo del nostro Sacro Monte può ripartire, la funicolare rimane ferma. È una metafora perfetta della giunta Galimberti: mentre la Lombardia cerca di ripartire, Varese rimane immobile. Esattamente l’opposto dello slogan che Galimberti usò in campagna elettorale. Ma ormai, si sa, quando quelli del PD promettono qualcosa, possiamo stare certi che avverrà esattamente il contrario».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore