Piano Stazioni, demolita l’ex biglietteria: prende forma il “nuovo” piazzale Trieste

Ruspe in azione nell'area davanti alla stazione FS: con l'abbattimento dello stabile si creerà una grande piazza "aperta". I lavori proseguiranno poi verso piazzale Trento con la realizzazione di una "promenade" ricca di verde

Demolizione palazzina “ex taxi” in zona stazioni Varese

L’hanno visto in tanti, il lavoro di prima mattina del cantiere delle stazioni a Varese. Tante auto in transito in via Milano hanno potuto notare le ruspe al lavoro per l’abbattimento dell’ex biglietteria dei bus, nello spartitraffico che divide piazzale Trieste da viale Milano.

Galleria fotografica

Demolizione palazzina “ex taxi” in zona stazioni 4 di 12

Al termine della demolizione del fabbricato, piazzale Trieste – e cioè l’area di fronte all’entrata della stazione FS – diventerà una grande piazza aperta: che, a conclusione dei lavori, presenterà un grande passaggio pedonale davanti alla stazione. In questo modo sarà completamente eliminata l’attuale corsia stradale dedicata al passaggio degli autobus.

Il cambiamento della piazza prevede anche (questione di pochi giorni) lo spostamento del capolinea degli autobus da piazzale Kennedy (dove si trova ora) allo spiazzo che si è creato in viale Milano, davanti alla sede di Confartigianato: una soluzione temporanea causata dall’allargamento dell’area del mercato per via delle disposizioni sul Covid, ma che farà per qualche mese parte della nuova configurazione della zona.

Sorpresa: un parcheggio per bus al posto del cantiere delle stazioni in viale Milano

I lavori in piazzale Trieste sono i primi che mostreranno visibilmente i contenuti del progetto stazioni; in quella zona ci saranno aree verdi, i nuovi semafori intelligenti, i passaggi pedonali, le telecamere. Si creerà una sorta di  promenade che unirà piazzale Trieste a piazzale Trento (quello della stazione Nord) con una pavimentazione composta da moduli di pietra di basalto grigia, con alberi e aiuole che orientano i percorsi pedonali.

La promenade sarà decorata da grandi panchine di pietra e da aiuole di magnolie – per questo, è prevista la piantumazione di 150 magnolie –  posizionate sempre lungo i flussi principali dei pedoni,  che saranno privilegiati nel progetto. Un cambio di pavimentazione in prossimità degli attraversamenti pedonali, trattati con lo stesso materiale di piazze e camminamenti, è pensato, per esempio, per indurre le auto a rallentare, dando precedenza a chi si muove a piedi.

piano stazioni
Piazzale Trieste come diventerà a fine lavori

Il disegno del progetto favorisce dunque una maggior quota di area pedonale: l’intervento interessa tutte le strade circostanti l’area stazioni, e prevede il ripensamento della viabilità di Piazza Biroldi – con la sua pedonalizzazione – insieme a quella di via del Ponte, a Piazzale Kennedy, a Viale Milano, fino a Via Morosini con Piazza XX Settembre.
Dopo questi interventi ci saranno anche quelli di  realizzazione del primo collegamento pedonale tra la piazza stessa e Giubiano previsto dal progetto, con un sottopasso che da via del Ponte, poco sotto l’incrocio con via Buonarroti, porterà direttamente alle stazioni, i vari scali ferroviari, nuovo piazzale Trieste.

Il progetto poi si completerà e concluderà con la costruzione degli edifici legati alla nuova stazione dei pullman di piazzale Kennedy e del centro anziani, sempre in piazzale Kennedy.

 

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 19 maggio 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Demolizione palazzina “ex taxi” in zona stazioni 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo196

    Una domanda: è prevista, tra i vari interventi, la ristrutturazione della fontana in Piazza XX Settembre che è in condizioni a dir poco pietose? Non penso che serva una procedura di appalto che gonfierebbe a dismisura la spesa, basterebbe un bravo piastrellista che, con qualche centinaia di euro, potrebbe ripristinare in modo degno la fontana.

Segnala Errore