Porto Marghera, esplosione in un’azienda. Scatta l’allarme chimico

Dopo l'esplosione si è sviluppata una densa nube nera. Il Comune di Venezia invita i cittadini a chiudere le finestre e restare in casa

Un vasto incendio e una densa nube di fumo nero si sono sviluppati venerdì mattina, 15 maggio, dalla zona industriale di Porto Marghera.

Galleria fotografica

L\'incendio in una fabbrica di Porto Marghera 4 di 15

Verso le 10.15 si è udita un’esplosione nell’impianto di produzione dell’acetone della 3 V Sigma, un’industria chimica.  Due persone sono rimaste gravemente ferite nell’esplosione e una sarebbe in condizioni disperate. (immagine da twitter @ChrisPeverieri)

Si è sviluppato un incendio che ha coinvolto alcuni impianti, mentre sul posto si sono dirette tutte le squadre disponibili dei vigili del fuoco, ambulanze ed elicotteri con rinforzi da Vicenza, Treviso, Padova e Rovigo. Complessivamente sono 90 gli uomini che stanno lottando contro le fiamme

La centrale operativa della Polizia locale informa che, in base al Piano per le industrie a rischio di incidente rilevante, “tutti i residenti nella Municipalità di Marghera devono restare in casa o in luogo chiuso e tenere chiuse porte e finestre”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 maggio 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

L\'incendio in una fabbrica di Porto Marghera 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore