Albizzate, il giorno dopo del sindaco Zorzo: “Non ho chiuso occhio e stamattina ho fatto visita alla famiglia”

Il sindaco di Albizzate Mirko Zorzo è scampato per un soffio alla tragedia ed è stato l'ultimo ad aver incrociato la famiglia rimasta vittima del crollo dello stabile di via Marconi, Fauzia e i piccoli Soulaymane e Yaoucut

È ancora incredulo e disorientato dopo una nottata nella quale non è riuscito a chiudere occhio il sindaco di Albizzate Mirko Zorzo, scampato per un soffio alla tragedia e ultimo ad aver incrociato la famiglia rimasta vittima del crollo dello stabile privato di via Marconi, Fauzia e i piccoli Soulaymane e Yaoucut.

Questa mattina la prima cosa che ha fatto il sindaco è stata una visita a Noureddine, il papà dei piccoli e marito della moglie scomparsa, anche lui residente ad Albizzate dal 2014

“Mi è sembrato importante far sentire la vicinanza di tutta la comunità di Albizzate per una tragedia che ci ha scossi tutti nel profondo – ha detto il sindaco, testimone della tragedia -. Sono tutt’ora schoccato per quanto accaduto. Era un momento spensierato che si è trasformato in un istante in un incubo. Ho visto questa famiglia per l’ultima volta e a loro va il mio pensiero fisso”.

Anche in Comune ad Albizzate è stata una lunga nottata. Gli inquirenti hanno acquisito tutta la documentazione su quell’area, ristrutturata negli anni ’90. Intanto tutti i capannoni di via Marconi, che hanno le medisime caratteristiche di quello che ha subito il crollo, sono stati posti sotto sequestro.

«Anche questo è un elemento molto delicato – spiega Zorzo -. Dalle attività che risiedono in quegli stabili dipendono una cinquantina di posti di lavoro e sarà importante capire cosa succede. Questo però è il momento del dolore, per una perdita tragica e ringrazio tutti gli attestati di solidarietà che stanno arrivando alla nostra comunità e a questa famiglia».

Tomaso Bassani
tomaso.bassani@varesenews.it

Mi piace pensare VareseNews contribuisca ad unire i puntini di quello straordinario racconto collettivo che è la vita della nostra comunità. Se vuoi sentirti parte di tutto questo sostienici.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.