Cardano al Campo ricorda il giorno dell’agguato a Laura Prati

Era la mattina del 2 luglio: in municipio l'ex vigile Giuseppe Pegoraro sparò a sindaca e vice, poi gettò un fumogeno in un locale e scappò armato, aprendo il fuoco contro la polizia. Giovedì la cerimonia

laura prati cardano al campo comune milano

“Il sindaco di Cardano al Campo, Laura Prati, 49 anni, e il suo vice Costantino Iametti sono stati feriti questa mattina poco dopo le 9.30 da alcuni colpi d’arma da fuoco”.

Era la mattina del 2 luglio 2013, quando Cardano visse il giorno più drammatico, l’assalto in municipio che portò poi alla morte della sindaca Laura Prati, tre settimane dopo.

A distanza di sette anni, giovedì 2 luglio a partire dalle 9:45 all’ingresso del Municipio di Cardano al Campo avrà luogo, come ogni anno, la commemorazione di quel tragico giorno. Un giorno di paura per tutta la città, perché l’attentatore – l’ex vigile e dipendente comunale Giuseppe Pegoraro – lanciò anche un petardo-fumogeno in un locale aperto al pubblico (la sede locale della Cgil) e fuggi armato di tutto punto, sparò anche alla polizia nella periferia di Gallarate.

“Invitiamo chiunque voglia ricordare insieme a noi il gesto folle e spietato con cui Laura ci è stata portata via ben sette anni fa a raggiungerci sulla scalinata di quel palazzo comunale che oggi porta il suo nome” , scrive l’Associazione Laura Prati, che porta avanti – con i famigliari e gli amici – il ricordo di Laura Prati e le sue idee.

“Non ci è stato ancora reso disponibile un programma ufficiale ma ci è stato assicurato che la cerimonia si svolgerà come di consueto con ammainabandiera e discorso del sindaco”, scrive l’associazione. Dal municipio fanno sapere che il programma sarà disponibile a breve.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore