“Giass”, la gelateria milanese col dna varesino

Nome milanesissimo, tre dei quattro soci di Laveno Mombello e Varese, grafico di grido (di Laveno anche lui) e social media manager di Casciago: gli ingredienti di questo nuovo progetto

Generico 2018

Giass, a Milano nasce una nuova gelateria con buona parte del dna varesino.

Galleria fotografica

"Giass", la gelateria milanese col dna varesino 4 di 9

Dei quattro giovani soci di questo nuovo progetto imprenditoriale inaugurato il 1 giugno 2020 ci sono infatti ben 3 varesini o varesotti. E se aggiungiamo il grafico e la responsabile marketing/comunicazione arriviamo a quota 5.

Il nuovo locale ha aperto i battenti in via Washington 60, in un luogo strategico, non lontano da zona Tortona, Buonarroti e piazza Piemonte.

I quattro soci (tre trentenni e un 38enne) che insieme hanno deciso di intraprendere una nuova deliziosa avventura sono Mauro Spollon, chef che lascia il mondo della ristorazione per sperimentare nell’arte della gelateria; Antonio Mandurino, gelatiere e cake designer con esperienza e passione per il prodotto artigianale; Pablo Daini, ingegnere gestionale appassionato di sfide e dell’alta professionalità e Alessandro Bianchin, personal trainer e cultore del buon cibo.

Il “Giass” in dialetto milanese è il ghiaccio; la scelta del nome deriva dal termine “Giasee”, il venditore di ghiaccio a Milano, che vendeva cubi di ghiaccio per la città prima dell’invenzione dei frigoriferi.

Mauro e Alessandro sono di Laveno Mombello, Pablo di Sant’Ambrogio, anche se da anni hanno trovato casa a Milano. Con loro c’è Antonio, pugliese, anche lui trapiantato sotto la Madunina. Di Laveno è anche il grafico a cui si è affidato il gruppo, Marco Oggian, artista e art director apprezzato in tutto il mondo: sono sue le immagini che campeggiano su coni e coppette e su tutto il materiale della gelateria. Ad occuparsi dell’aspetto estetico del locale è Gaia Venuti, imprenditrice milanese con alle spalle esperienze nel mondo dell’interior design, mentre l’altra varesina (o meglio casciaghese) del gruppo è Marta Achini, content creator con esperienza nel mondo della comunicazione moda che seguirà tutta la parte di comunicazione e social (@giassgelati su Instagram e su Facebook).

Questi sono gli elementi cardine che creano Giass gelati, un collettivo di giovani creativi uniti dalla voglia di fare e di creare un luogo che non sia soltanto una gelateria ma uno spazio dove esprimere le proprie capacità e passioni. Tra le tante idee in cantiere, quando le regole del distanziamento sociale lo permetteranno, ci sono mostre d’arte, aperitivi culturali, musica, eventi e tanto altro. Nell’attesa, basterà godersi un ottimo gelato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 giugno 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

"Giass", la gelateria milanese col dna varesino 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore