Inchiesta Mensa dei Poveri, Erogasmet: “Estranei ai fatti contestati”

La società del gas prende le distanze dai fatti contestati dalla Procura di Milano e sottolinea che nessun amministratore o dipendente ha ricevuto atti o comunicazioni sulle indagini

erogasmet

Riceviamo e pubblichiamo la note della società Erogasmet S.p.A. il cui nome è finito nell’inchiesta “Mensa dei Poveri” della Procura di Milano, in particolare per una vicenda che riguarda il vice-presidente Stefano Bolla. La società del gas si dichiara estranea ai fatti contestati in questo articolo.

Nelle ultime ore il nome della nostra società è stato associato a vicende emerse nel corso di indagini giudiziarie. Erogasmet S.p.A ritiene di dover chiarire alcuni aspetti per difendere la propria immagine e la propria reputazione:

– la nostra società, direttamente e/o in persona dei propri amministratori e/o dipendenti, non è stata destinataria di alcun atto o comunicazione relativi a indagini a proprio carico;

– ci dichiariamo del tutto estranei agli illeciti citati e siamo del tutto ignari della loro esistenza;

– abbiamo sempre collaborato con le Autorità competenti, ogni volta che ci è stato richiesto, nella convinzione di aver sempre operato in assoluta trasparenza e nel pieno rispetto della legge.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore