Angera, ripartono le prime attività al centro ricreativo e alla casetta Pop Up

A luglio le prime iniziative coordinate dall’assessore Campagnuolo che anticipa inoltre la possibilità di una cerimonia di ringraziamento per i volontari durante l'emergenza covid

Casetta Pop Up Angera

Con il mese di luglio ripartono ad Angera le prime attività di due importanti centri di aggregazione per la cittadina sul Lago Maggiore: quello ricreativo e, per i più giovani, la casetta PopUp.

«Piano piano ripartiamo in sicurezza –dichiara l’assessore alla persona Antonio Campagnuolo – Lo facciamo però, senza abbassare la guardia, stringendoci ancor di più, senza mollare un centimetro tutti insieme: grandi e piccoli, anziani e adolescenti».

Come infatti spiegato dall’assessore angerese, lunedì 13 in Piazza Parrocchiale – dove dal 18 giugno si è spostato l’ufficio dei servizi sociali – il Centro Ricreativo Adamo Grossi riaprirà tramite il progetto Ba.Co le proprie porte agli anziani sfruttando il grande giardino esterno per alcuni appuntamenti di svago e divertimento, fra cui una tombolata mercoledì 15. Martedì 14 vedrà invece la ripresa delle attività anche alla Casetta Pop Up di via Adige dove, grazie alla Cooperativa Aquilone, sono in programma alcuni spettacoli e laboratori per i ragazzi (si parte con il Circo Clap”), il tutto, ovviamente, in sicurezza e nel rispetto delle nuove normative anti-covid.

«Abbiamo dato il massimo in una situazione anomala – commenta Campagnuolo, ripercorrendo gli ultimi mesi caratterizzati dall’emergenza coronavirus -, una situazione nuova dove nessuno era preparato a nulla, e quindi che spesso ci ha portato a capire e valutare nei particolari come muoverci. Tutti i nostri assessorati e gli uffici sono stati chiamati ad una dura prova, lavorando in condizioni non ottimali».

Per questo motivo, l’amministrazione angerese fa sapere che in programma c’è anche l’idea di una cerimonia di ringraziamento per i volontari dell’emergenza: «Di comune accordo con il sindaco – anticipa l’assessore -, appena sarà possibile, è nostra intenzione organizzare una piccola cerimonia di ringraziamento per dare i giusti meriti a tutte le persone che si sono prestate e che tutt’ora lo stanno facendo».

«Colgo l’occasione – conclude – per porgere un infinito ringraziamento alla Protezione Civile, guidata da Luca Forni e a tutti i nostri volontari: sono stati meravigliosi. Dire loro grazie è davvero poco, e faccio fatica a trovare le parole per spiegare la stima e l’ammirazione che provo per tutti. Grazie anche alle tante persone (privati, associazioni e attività) che hanno voluto eseguire una donazione per aiutare le famiglie in difficoltà. Se l’obiettivo che perseguo è fare in modo che nessuno resti indietro, avendo persone così nella mia comunità, questo obiettivo si avvicina ogni giorno di più. Ho sempre detto che la comunità angerese è straordinaria, e questa esperienza non ha fatto altro che confermare il grande senso di appartenenza e solidarietà dei miei concittadini».

I PROGRAMMI:

CENTRO RICREATIVO

CASETTA POP UP

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore