A Besozzo il cinema all’aperto è alla terrazza del Faro

Tre appuntamenti con le proiezioni cinematografiche e organizzate in collaborazione con Esterno Notte. La prima è lunedì 13 luglio

Arcobaleno che illumina il Faro di Besozzo

Il Comune di Besozzo riparte con la programmazione culturale estiva, promuovendo la rassegna di cinema all’aperto inserita nel circuito di “Esterno notte”, in collaborazione con Filmstudio ’90. Tre serate in programma sempre di lunedì, si inizia lunedì 13 luglio, a seguire il 20 e 27.

La novità di quest’anno è l’ambientazione: per poter rispettare le norme di distanziamento di sicurezza sanitaria è stata scelta la Terrazza del Faro, zona panoramica a Besozzo superiore, raggiungibile a piedi dal Comune attraverso il centro storico, o in auto (il parcheggio è in via degli Orti 5, dietro le scuole medie). Le tre pellicole in programma sono tutte del 2019 e pur raccontando storie contemporanee e di grande attualità, seguono tre stili diversi, nell’ottica di una varietà di genere.

“In questo anno così difficile è desiderio dell’Amministrazione dare un segnale di ripresa e di offerta culturale, pur con tutte le limitazioni del caso – l’assessore alla cultura Silvia Sartorio così commenta – il ricco calendario di eventi in programma a inizio anno è stato completamente stravolto, ma vogliamo ripartire, in sicurezza e a piccoli passi. Così abbiamo pensato al cinema, un’arte che può raggiungere tante fasce di pubblico, con una scelta di film recenti in programma nelle sale negli scorsi mesi, che possano regalare tre piacevoli serate agli spettatori. Aver individuato questo luogo così rappresentativo per Besozzo, la terrazza del Faro, dandogli una nuova veste è un modo anche per reinventare i nostri luoghi.

Si inizia con una commedia italiana: lunedì 13 luglio “Genitori quasi perfetti”, diretta da Laura Chiossone e interpretata tra gli altri da Anna Foglietta, Paolo Calabresi e Lucia Mascino. La pellicola narra di Simona, una mamma single legata da un amore profondo al suo bambino, Filippo, che si sente però inadeguata al suo ruolo. L’organizzazione della festa per gli otto anni del bambino porta a galla tutte le sue insicurezze. Combattuta tra l’assecondare i desideri del figlio e la volontà di proteggerlo dal giudizio altrui, Simona arriva al giorno della festa carica di aspettative e di ansia. Quando gli invitati affluiscono uno dopo l’altro varcando la soglia di casa, si viene a comporre, compresso in un interno, uno squarcio di varia umanità. Mentre in soggiorno i bambini giocano, gli adulti in cucina si odiano amabilmente. Fino a quando una inattesa performance di Filippo innesca un effetto domino di azioni e reazioni che porta la festa a deragliare.

Lunedì 20 luglio “Sorry we missed you”, film drammatico diretto da Ken Loach narra di Ricky, Abby e i loro due figli, Liza Jane e Sebastian; i quattro vivono a Newcastle e sono una famiglia unita nonostante le difficoltà economiche. Ricky è stato occupato in diversi mestieri, mentre Abby fa assistenza domiciliare a persone anziane e disabili. Per quanto lavorino duro entrambi, si rendono conto che non potranno mai avere una casa di loro proprietà. Giunge allora quella che Ricky vede come l’occasione per realizzare i loro sogni. Se Abby venderà la sua auto, sarà possibile acquistare un furgone che permetterà a Ricky di diventare un corriere per una ditta, con un sensibile incremento nei guadagni. Non tutto però è come sembra e l’unità familiare sarà messa a dura prova.

Si chiude lunedì 27 luglio con “Parasite”, thriller drammatico vincitore di 4 premi Oscar, diretto da Bong Joon-ho. Il protagonista è Ki-woo, che vive in un modesto appartamento con i genitori e la sorella. Insieme si prodigano in lavoretti umili senza una vera e propria strategia ma sempre con orgoglio e una punta di furbizia. La svolta arriva quando un amico di Ki-woo offre al ragazzo l’opportunità di sostituirlo come insegnante d’inglese per la figlia di una famiglia ricca: il lavoro è ben pagato, e la villa del signor Park, dirigente di un’azienda informatica, è meravigliosa.

Ki-woone è talmente entusiasta che, parlando con la signora Park dei disegni del figlio più piccolo, intravede un’opportunità da cogliere al volo, inserendo la sorella Ki-jung come insegnante di educazione artistica e insinuandosi ancor più in profondità nella vita degli ignari sconosciuti. La visione è vietata ai minori di 14 anni.

In caso di maltempo le proiezioni si terranno presso il teatro Duse, in via Duse. I posti per assistere alle prenotazioni sono limitati ed è quindi vivamente consigliata la prenotazione all’indirizzo bibliotecabesozzo@gmail.com o telefonando alla Biblioteca Comunale allo 0332970195-2-229 (negli orari di apertura della biblioteca: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì 9:00 – 13:00 e giovedì 14:30 – 18:30).

Il prezzo del biglietto d’ingresso è di 6,50 €; il biglietto ridotto (per soci Filmstudio ’90 e Arci, enti convenzionati, under 25 e over 65) è di 5 €; il ridotto per i soci Filmstudio ’90 under 25 è di 3 €.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore