Gadda: “Estendete il fondo garanzia PMI a tutto il non profit”

"È urgente che tutti gli enti non commerciali vengano inclusi nelle misure di accesso al credito tramite le garanzie del Fondo PMI, sono soddisfatta che il governo abbia accolto il mio Ordine del Giorno al decreto rilancio" spiega la deputata varesina

maria chiara gadda

«È urgente che tutti gli enti non commerciali vengano inclusi nelle misure di accesso al credito tramite le garanzie del Fondo PMI, sono soddisfatta che il governo abbia accolto il mio Ordine del Giorno al decreto rilancio. È una battaglia che porto avanti da tempo, molto attesa dell’intero terzo settore. Positivo che il governo abbia confermato la volontà di correggere questa grave mancanza nel primo provvedimento utile» si è espressa così Maria Chiara Gadda, deputata di Italia Viva.

«Nel decreto liquidità, infatti, l’accesso al fondo di garanzia PMI era stato esteso agli enti del terzo settore, che tuttavia fino all’entrata in vigore del Registro Unico Nazionale previsto dal codice del Terzo Settore, in regime transitorio, sono solo Aps, Odv e Onlus. Si esclude così una molteplicità di enti non profit – spiega Gadda – L’emergenza ha messo in luce quanto il Terzo settore, con la sua presenza capillare sul territorio, abbia saputo riorganizzarsi per rispondere a bisogni sociali crescenti. Troppo spesso, inoltre, si trascura che il Terzo settore impiega oltre 800 mila lavoratori, professionalità nei diversi campi di attività e che sono vera occasione di innovazione sociale. Bisogna garantire sostegno e continuità al nostro non profit evitando sbagliate differenziazioni tra enti, che non hanno ragione rispetto al percorso culturale e legislativo avviato con il Codice del Terzo Settore. La richiesta di protezione sociale da parte delle persone è destinata ad aumentare, e investire sul non profit significa garantire coesione sociale e vero rilancio per le nostre comunità».

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 09 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore