La polizia cantonale intensifica i controlli contro i veicoli truccati e rumorosi

Numerosi gli accertamenti illegali contro i veicoli truccati con pezzi non omologati o tali da compromettere la sicurezza del veicolo. In quest'ambito 72 veicoli sono stati segnalati alla Sezione della circolazione e sottoposti a un ulteriore collaudo

Polizia cantonale

Stop ai rumori molesti. Viste le crescenti segnalazioni, la Polizia cantonale annuncia l’intensificazione dei controlli su veicoli, auto e moto in Canton Ticino.
In particolare, nel mirino i mezzi , cosiddetti, “truccati” attraverso modifiche illegali per provocare un rumore superiore a quanto riportato sul certificato tipo. I controlli saranno effettuati in tutto il Ticino, sia di giorno sia di notte.

Come evidenziato in pubblicazioni dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), in Svizzera circa un milione di persone è esposto a immissioni foniche, dovute al traffico stradale, superiori al valore limite previsto dall’ordinanza contro l’inquinamento fonico (OIF). Nell’ottica della protezione della salute vengono posate pavimentazioni stradali fonoassorbenti o sono attuate misure di riduzione della velocità. Oltre al rumore stradale abituale, a causare un forte disturbo sono anche i picchi di rumore improvvisi provenienti da veicoli rumorosi. Questi picchi sono da un lato dovuti al comportamento di guida mentre dall’altro sono da ricercare in modifiche illegali all’impianto di scarico dei veicoli.

Nel corso del 2019 la Polizia cantonale ha regolarmente effettuato dei controlli relativi allo stato dei veicoli. In particolare sono stati accertati interventi illegali per aumentare la potenza e il rumore nonché la sostituzione di pezzi originali con pezzi non omologati o tali da compromettere la sicurezza del veicolo. In quest’ambito 72 veicoli sono stati segnalati alla Sezione della circolazione e sottoposti a un ulteriore collaudo. In alcuni casi, l’esito dei controlli ha permesso di stabilire che le modifiche erano tali da impedire la circolazione del veicolo. Si evidenzia che si tratta di un fenomeno stabile ma che necessita di una regolare attenzione da parte delle forze dell’ordine durante i controlli della circolazione stradale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore