La soddisfazione dei sindaci: “Il nuovo treno migliorerà le condizioni dei pendolari”

L'introduzione dei nuovi convogli migliorerà il viaggio dei pendolari, ma anche dei turisti che vengono sul Lago Maggiore. Pellicini: "Un treno di classe"

Alla presentazione del nuovo treno “Donizetti” a Luino presenti anche diversi sindaci della sponda lombarda del Verbano.

Il nuovo treno assicurerà una corsa del mattino LuinoMilano (la prima), poi un Milano-Luino e poi altre sei corse (tre direzione Sud, tre direzione Nord) in giornata sulla sezione GallarateLuino: da luglio si aggiunge un altro convoglio, che consentirà di coprire il 90% delle corse. Le due corse più frequentate invece continueranno ad essere garantite con attuale materiale (6-7 carrozze ad alta capienza), dal 2022 anche queste saranno assicurate con nuovi treni tipo Caravaggio.

I “Donizetti” fanno parte del programma di investimento di Regione Lombardia per il rinnovo della flotta dei treni regionali.

«Un treno dal design di grande – commenta il sindaco di Luino Andrea Pellicini – che per noi è importantissimo. Finalmente si potrà viaggiare su mezzi moderni, forniti e comodi. Chi arriverà a Luino lo farà su un treno di classe».

Soddisfatto anche il sindaco di Laveno Ercole Ielmini. «Speriamo – sottolinea il primo cittadino di Laveno – che arrivino presto anche tutti gli altri treni in modo da rinnovare completamente la linea, e dare ai pendolari che li useranno abitualmente dei mezzi di trasporto che li rispettino».

I treni Donizetti percorreranno la tratta Gallarate-Luino, e raggiungeranno le stazioni di: Besnate, Mornago-Cimbro, Ternate-Varano Borghi, Besozzo, Sangiano, Laveno Mombello, Caldè e Porto Valtravaglia.

«Abbiamo deciso – racconta Andrea Colombo, consigliere di Regione Lombardia – di portare il primo treno di questa serie sulla tratta Gallarate-Luino per omaggiare questo territorio bellissimo e un po’ spostato da baricentro della provincia di Varese».

«Il treno è molto bello – commenta il sindaco di Travedona Monate Laura Bussolotti -. Si deve però risolvere i problemi delle stazioni più piccole. Travedona Monate ha una stazione in comune con Biandronno ed è piuttosto trascurata. Insieme a Regione Lombardia solleciteremo Fs perché affronti i problemi relativi anche allo stato di abbandono di alcune stazioni».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore