Luigi Molteni nuovo presidente del Rotary Club Lago Maggiore

Cerimonia ufficiale e “cambio della guardia” per il distretto 2042 Sesto Calende - Angera. Il testimone passa da Elisabetta Cosentino al 59enne manager di Varese

Rotary Club Lago Maggiore 2020

Cambio ai vertici del Rotary Club Lago Maggiore Sesto Calende – Angera. Nominato ieri, giovedì 9 luglio, il key-manager varesino Luigi Molteni in qualità di nuovo presidente del club per l’anno 2020-21.

Dopo la conclusione lo scorso 30 giugno del cosiddetto “anno rotariano”, nell’ormai storica sede del Golf Club di Travedona Monate la cerimonia di ieri sera ha insediato ufficialmente il nuovo direttivo alla guida del distretto 2042, attivo nel territorio del Basso Verbano da più di trent’anni.

«Non sarà facile fare meglio di questi ultimi anni in cui il distretto Sesto Calende-Angera ha lavorato molto bene, tuttavia posso dire che assolutamente non verrà fatto di meno rispetto al passato» ha dichiarato il neopresidente che ha scelto come linee guida del proprio “mandato” quattro parole francesi: partager, amitié, sourire e manger, ovvero i concetti di condivisione, amicizia, sorridere e del pasto, inteso come “momento conviviale”.

«Sono parole molto semplici ma altrettanto importanti – commenta Molteni -. Il nostro distretto conta più di sessanta soci e amici, e la condivisione deve essere la base per realizzare impegni importanti. Mi piacerebbe che questi impegni nascessero col sorriso proprio durante i convivali, quando spesso emergono le idee che poi si trasformano nei “service” in supporto del nostro territorio».

Diversi gli ospiti presenti nella serata di ieri, dal sindaco di Sesto Calende Giovanni Buzzi, il quale ha ringraziato e omaggiato il Club per la preziosa collaborazione durante l’emergenza coronavirus (come la donazione di mascherine e buoni alimentari), all’angerese Maria Vittoria Berrini, artista di porcellane insignita col “premio alla professionalità” in virtù dei numerosi riconoscimenti internazionali ottenuti in carriera.

Presente alla speciale cerimonia anche Federico Morlacchi, l’atleta paraolimpico più medagliato in Italia, socio onorario del Club ormai da diversi anni attraverso la collaborazione del Rotary con PolHa Varese, l’associazione polisportiva per disabili protagonista alle paraolimpiadi di Rio 2016.

Molteni (nella foto sopra insieme a Elisabetta Cosentino), già in precedenza membro del direttivo per il distretto 2042, raccoglie dunque il testimone di Elisabetta Cosentino, prima donna alla guida del Rotary Club Lago Maggiore nell’anno segnato dall’emergenza covid.

«Sarebbe sbagliato incensarsi per il lavoro svolto quest’anno, era nostro dovere farlo – spiega Cosentino al passaggio di consegna con Molteni –. Questo però non toglie la soddisfazione di aver raggiunto tutti gli obiettivi prefissati. Ringrazio tutti per il sostengo: nulla di ciò sarebbe stato possibile se fossi stata da sola. Pur nella difficile situazione data dal coronavirus, siamo riusciti a coprire una significativa parte delle necessità presenti sul nostro territorio lavorando insieme a Comuni (fra cui Sesto, Angera e Ispra, ndr), associazioni locali e contribuendo anche con una donazione all’Ospedale del Circolo».

di
Pubblicato il 10 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore