Su Trenord con la prenotazione: “Test su 8 treni nei weekend”

Per luglio e agosto Trenord ha annunciato un programma sperimentale per la prenotazione del posto a bordo dei treni. Ecco le corse interessate e il metodo di prenotazione

I lavori nella stazione FS di Busto Arsizio

Sabato 4 e domenica 5 luglio prende il via la fase di test sulla prenotazione dei viaggi su Trenord. L’azienda infatti ha annunciato un piano sperimentale per “regolamentare in maniera soft l’accesso ai treni e viaggiare nel pieno rispetto delle indicazioni governative sul distanziamento sociale”.

La prenotazione -che sarà gratuita- consentirà all’azienda un più efficace monitoraggio e una maggiore programmazione dei flussi. “Grazie alla prenotazione -spiega Trenord- i passeggeri potranno pianificare e organizzare in anticipo il proprio viaggio, consapevoli di viaggiare nel rispetto delle indicazioni vigenti per la salvaguardia della salute pubblica”.

Sperimentare la prenotazione all’interno del complesso sistema di trasporto regionale, richiede un approccio per gradi. Per questo il test sarà limitato a solo 8 treni (4 corse Milano Cadorna – Como Lago e 4 corse Milano Centrale – Tirano) durante i weekend di luglio e agosto.

Trenord specifica come la prenotazione è del viaggio e non del posto a sedere dal momento che non ci sono posti numerati sul trasporto regionale, è nominale (quindi richiede la profilazione) ed è svincolata dal canale di acquisto. Infatti, indipendentemente dal modo con il quale si acquista il proprio biglietto, la prenotazione potrà essere effettuata solo scaricando sul proprio cellulare la App di Trenord.

TRENI CON PRENOTAZIONE [in tutti i sabati e domeniche di luglio e agosto]

Treno 2554 da Milano Centrale [P. 8.20]   > Tirano

Treno 2558 da Milano Centrale [P. 10.20] > Tirano

Treno 2573 da Tirano [P. 16.08]  > Milano Centrale

Treno 2577 da Tirano [P. 18.08]  > Milano Centrale

Treno 125 da Milano Cadorna [P. 9.00]   > Como Lago

Treno 149 da Milano Cadorna [P. 14.43] > Como Lago

Treno 168 da Como Lago [P. 17.46]  > Milano Cadorna

Treno 3172 da Como Lago [P. 18.35]  > Milano Cadorna

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. apetraccone
    Scritto da apetraccone

    Questa idea potrà sembrare buona ma secondo me nasconde un serio problema. Come la mettiamo con gli abbonati? Cioè chi compra l’abbonamento per una determinata tratta si aspetta di poter usufruire, come da regolamento di viaggio, della possibilità di viaggiare da pendolare almeno nei giorni feriali di una corsa all’andata e di una corsa al ritorno o anche di più corse al giorno sempre sulla stessa tratta, perché è l’agevolazione intrinseca dell’abbonamento. Ma se in un ipotetica situazione a regime si dovrà prenotare ogni corsa per salire, cosa accadrà a chi non trova posto in osservanza delle regole COVID? Come la mettiamo? Sale ugualmente e si prende la multa per di più con regolare abbonamento pagato?!?
    Sappiamo tutti come i treni viaggiavano in momenti pre-COVID, carichi al pari di carri bestiame! Molti viaggiatori non riusciranno a prenotare il posto!
    L’abbonamento, pagato anticipatamente, da potenziale titolo di viaggi indefiniti diventa una potenziale beffa perché non si garantisce più lo stesso servizio. Va quindi rivisto il regolamento di viaggio rimborsando l’abbonato del mancati viaggi? Vanno ridotte le tariffe di abbonamento?
    Di soluzioni applicabili solo due vale veramente applicare. Intensificare il numero di corse da ogni 30 minuti ad ogni 15 minuti e allungare tutti i convogli al doppio delle carrozze…e non servono prenotazioni!

    1. Scritto da Felice

      Questa novità di TreNord in realtà serve a mascherare una azienda che è pienamente consapevole che non potrà far fronte alle esigenze di trasporto degli utenti e contemporaneamente rispettare le regole di distanziamento pubblico…quindi cercano di capire come limitare l’afflusso di persone sui treni utilizzando le prenotazioni.
      Lei giustamente dice di aumentare (addirittura raddoppiare) il numero di carrozze. Pura illusione…ci siamo già dimenticati cosa è TreNord …cosa sono stati i suoi amministratore delegati?
      https://it.businessinsider.com/la-mangiatoia-delle-ferrovie-nord-nepotismo-e-consulenze-doro-ai-danni-dei-pendolari/

Segnala Errore