Quantcast

Ad Arcisate si rinnova la tradizione del Pane di San Rocco

Domenica 16 agosto, nella chiesa del Lazzaretto si terrà la distribuzione dei pani benedetti, che ricordano un episodio cruciale della vita del santo raffigurato con un cagnolino al fianco

Generico 2018

Anche quest’anno si rinnova ad Arcisate la tradizione del “Pane di San Rocco“.

Domenica 16 agosto, alle 10.30 nella chiesa del Lazzaretto, si terrà la distribuzione dei pani benedetti, che ricordano uno degli episodi cruciali della vita del santo raffigurato con un cagnolino al fianco.

Nell’agiografia di San Rocco si racconta infatti che mentre ritornava a piedi da Roma alla nativa Montepellier, Rocco venne contagiato dalla peste mentre assisteva alcuni ammalati. Per non rischiare di contagiare altre persone, si ritirò in una grotta sul fiume Trebbia. Qui, solo, senza bere e senza mangiare stava per morire, ma venne soccorso da un cagnolino che ogni giorno gli portava un pezzo di pane sottratto alla mensa del suo padrone.

Un giorno il proprietario del cagnolino, incuriosito, seguì l’animale e trovò il futuro santo, lo curò e, secondo alcune fonti, ne divenne un seguace fino al punto da ritirarsi lui stesso nella grotta per una vita di preghiera e meditazione.

Per questo San Rocco, nella tradizione popolare, è considerato il santo che protegge dalle epidemie, ma anche il santo dei pellegrini e dei cani.

di
Pubblicato il 06 agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore